Il Gravellona paga errori propri e non, la gara di andata al BSR - I AM CALCIO VCO

Il Gravellona paga errori propri e non, la gara di andata al BSR

Tutto pronto, al Boroli si gioca
Tutto pronto, al Boroli si gioca
VcoCoppe

Sono tanti i rimpianti che accompagnano il Gravellona San Pietro al termine della sfida al BSR Grugliasco, valevole per l'andata della semifinale di Coppa Piemonte Prima categoria, che i torinesi si sono aggiudicati seppur di misura mettendo in discesa la strada verso la finalissima. Ma resta anche la consapevolezza di aver giocato alla pari con una delle migliori formazioni regionali della categoria, che guida il Girone D e punta decisamente a ritornare in quella Promozione da cui era scesa solamente pochi mesi orsono. Un gol - parso ai più regolare - annullato e un rigore fallito hanno fatto pendere la bilancia dalla parte degli ospiti ma la formazione di Agostini non ha demeritato e - progettando un'impresa nel ritorno - potrebbe ancora tenersi aperta la speranza di arrivare fino all'ultimo atto di un cammino che ha visto i tocensi grandi protagonisti.

Il peso del fischietto Che il Gravellona San Pietro sia sulla carta sfavorito non lo si intravede nei primi scorci di gara quando sono proprio i padroni di casa ad approcciare meglio la gara trovando un fulmineo vantaggio che sembra mettere in discesa la gara degli arancionero. Fulmineo sì, perché bastano pochi secondi a Caretti per approfittare di un minimo tentennamento in uscita di Mora, arrivare per primo sulla sfera ed essere sbalzato in area dall'intervento ormai in ritardo del portiere torinese: dal dischetto Sghedoni è freddo e dopo un paio di minuti il Gravellona si ritrova già in vantaggio. E l'attaccante potrebbe bissare al 7' quando la sua punizione dal limite bacia l'incrocio dei pali prima di uscire sul fondo. Gli ospiti hanno bisogno di rimettere in ordine le idee ma, quando riesco a farlo, sciorinano poi un gioco quasi computerizzato che non può non mettere in difficoltà i padroni di casa, costretti a concedere angoli in serie; al 19' proprio due corner consecutivi portano alla rete del pareggio, con Martorano che stacca favorendo la deviazione sotto misura di Durante che non lascia scampo a Romani. I torinesi non si accontentano, al 22' Lo Russo cerca la porta su punizione con la palla che non sfila a lato di molto poi è Spadaro, lasciato libero di raccogliere all'altezza del secondo palo la punizione dalla trequarti calciata di Micelotta, a non trovare la porta da buona posizione (25'). Il Gravellona sfrutta il contropiede per tornare a farsi vedere nella metà campo avversario e, quando lo fa, diventa sempre pericoloso dalle parti dell'incerto Mora che al 36', sul traversone di Caretti, si fa anticipare da Ferro che deposita in rete: Guglielmino sulle prime assegna la rete poi, accortosi del portiere a terra dopo un contatto ineluttabile con il marcatore quando questi aveva già staccato e infilato in porta, torna sui suoi passi e concede la punizione al Grugliasco. Che prima del riposo impegna nuovamente Romani che deve superarsi sul rasoterra mortifero di Lo Russo (42').

Un pari che sfuma Martorano, fulcro della manovra ospite, viene spostato nella ripresa da Boggian più in fase di rifinitura e a beneficiarne è la manovra dei torinesi che però perdono estro e concretezza in fase conclusiva. Agostini ha invece poche scelte per provare a dare nuovo linfa al gioco del Gravellona che in avvio di ripresa resta in balia dei biancorossi concedendo più di un'occasione agli ospiti. Al 3' è pericolosissimo il diagonale di Micelotta che sfiora il palo opposto rispetto al posizione di tiro creando più di un brivido alla corposa tribuna del "Boroli" poi al 9 è Lo Russo a cerca e guadagnarsi con molto mestiere un rigore sfruttando un lieve tocco di Martinetti per finire a terra: Guglielmino indica il dischetto e lo stesso Lo Russo non perdona, permettendo al BSR Grugliasco di ribaltare il risultato. Ora sì che Agostini getta nella mischia in rapida successione prima Gallizia e poi Scarazzini ma è Donega, alzatosi dalla panchina torinese per far rifiatare il match winner Lo Russo, che in campo da pochi secondi timbra il palo interno a Romani battuto con una terrificante bordata dalla distanza. Due minuti dopo però il guizzante Caretti, tamponato in area, consente ai padroni di casa di beneficiare del secondo rigore di giornata: Sghedoni non c'è più e sul dischetto si presenta a freddo Scarazzini - entrato da un paio di minuti - che si fa ipnotizzare da Mora che compie così la cosa migliore della sua serata andando a deviare il tiro del giovane attaccante tocense. Il Gravellona continua però a premere, alla mezz'ora Foti ha sui piedi la palla buona per il pareggio al termine di un'azione corale ma la conclusione è sballata e termina lontano dai pali difesi da Mora che al 34' riesce ad arrivare prima di Stoppini sulla torre architettata da Gallizia. E' ancora un'uscita sbagliata dell'estremo torinese a permettere a Ferro di anticipare il portiere per fare la sponda a favore dello stesso Gallizia che - a porta sguarnita - di testa mette oltre la traversa. Nel finale una parola di troppo costa il cartellino rosso ad Agostini che sarà così costretto a vivere il ritorno in terra torinese senza poter scendere in panchina, per quella che sarà una gara dall'esito non scontato con in palio un biglietto per salire sul treno diretto alla finale.

GRAVELLONA SAN PIETRO-BSR GRUGLIASCO 1-2

Reti: 2' Sghedoni rig. (G), 19' Durante (B); 9'st Lo Russo rig. (B).

Gravellona San Pietro (4-3-3): Romani; Martinetti, Stoppini, Ferro, Rondinella; Pieri, Foti, Taddei (32'st Panizzolo); Caretti, Sghedoni (22'st Scarazzini), Calderoni (14'st Gallizia). A disposizione: S. Guidetti, Lilla, Romerio, C. Guidetti, Bardelli. All. Agostini.

BSR Gruglisco (4-3-3): Mora; Pirulli (1'st Tugnolo), Sillano, Spadaro, Soldano (1'st Barberis); Paccagnella, Durante, Micelotta; Martorano, La Malva, Lo Russo (22'st Donega). A disposizione: Passantino, Parigi, Cavaglieri, Siliato, Cammaroto, Bombieri. All. Boggian.

Arbitro: Guglielmino di Biella.

Note: Espulso al 41'st il tecnico del Gravellona San Pietro per proteste. Ammoniti Foti e Pieri per il Gravellona San Pietro, Pirulli, Paccagnella e La Malva per il BSR Grugliasco. Al 24'st Scarazzini (G) si è fatto parare un calcio di rigore.

Carmine Calabrese