Rimpianti Villa, nel recupero la Pro Ghemme fa bottino pieno - I AM CALCIO VCO

Rimpianti Villa, nel recupero la Pro Ghemme fa bottino pieno

Il rigore trasformato da Perucca, 1-1
Il rigore trasformato da Perucca, 1-1
NovaraPrima Categoria Girone A

Merita un plauso una squadra che nelle difficoltà riesce a trovare l'equilibrio, le risorse e, perché no, la fortuna per ritrovare nuovo slancio come ha fatto la Pro Ghemme che è riuscita a ribaltare nei minuti finali una gara il cui esito pareva già vergato a favore del Virtus Villadossola, che dovrà interrogarsi a lungo sulle motivazioni che hanno portato una squadra in controllo a perdere una partita che non andava persa. Decimati dagli infortuni e dal Covid (mancava anche mister Rossi in panchina perché risultato positivo) e in ritardo in classifica, i novaresi conquistano tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza scalando la classifica fino ad immaginare un futuro fuori dalla zona playout, obiettivo alla portata dei gialloneri. Per gli ossolani, dal canto loro alla rincorsa di un posto playoff, poco cambia dal punto di vista della graduatoria se non la necessità di non sbagliare più nelle quattro giornate che mancano da qui alla fine, per evitare di mettere a repentaglio un obiettivo che dev'essere considerato l'approdo minimo per una formazione che aveva la potenzialità anche per arrivare a giocarsi il campionato e che invece deve recitare il "mea culpa" per le tante occasioni mancate in questa stagione.

La gara non decolla La Pro Ghemme, con gli uomini contati, si affida ad uno schieramento accorto, con le linee di difesa e centrocampo molto strette e Platini unica punta, quasi abbandonato tra le maglie bianche ossolane che Massoni dispone con un classico 4-4-2 salvo passare presto, dopo un quarto d'ora di studio, ad un più offensivo 4-3-3 sfruttando la buona gamba di Piana che sulla fascia destra trova spesso spazio per arrivare fino alla linea di fondo e crossare. Già al 2', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la palla quasi sbatte addosso a Cotroneo in piena mischia nell'area novarese, con la difesa che riesce a liberare in affanno; all'8' Piana trova binario libero fino al limite dell'area da dove lascia partire un destro che chiama Macri al volo plastico, sulla ribattuta irrompe Savoia ma il tap-in del centrocampista si perde di molto oltre la traversa. Con il nuovo schieramento gli ospiti faticano ad essere incisivi, accontentandosi quasi di controllare la gara senza affondare come se il gol dovesse comunque arrivare da un momento all'altro anche perché l'atteggiamento remissivo della Pro Ghemme non produce pericoli di sorta. Questa impasse si trascina ben oltre la mezz'ora quando ancora Savoia, con una girata in bello stile, va vicino a depositare la sfera all'incrocio dei pali per quella che resterà l'azione più pericolosa di un primo tempo scialbo. Al 34' un pallone scodellato in area novarese diventa preda di Zampini che svetta senza tuttavia inquadrare lo specchio; ancora Zampini al 37' si fionda sul filtrante di Valci ma la palla, leggermente lunga, non può essere raggiunta dal trequartista virtussino arrivando docile tra le braccia di Macri. La Pro Ghemme resta inoperosa in fase offensiva fino a pochi secondi prima del fischio di fine ostilità del direttore di gara, quando Milanesi rientra per calciare dal fronte destro ma la palla esce troppo lenta dai piedi del centrocampista per impensierire un Barba versione spettatore.

Botti finali Le panchine sguarnite di cui dispongono i due tecnici non agevolano il cambio di marcia di una partita rimasta fin qui solo nelle intenzioni. E il primo quarto d'ora della ripresa non cambia il registro del match, con il Virtus Villa che prova a cercare i varchi soprattutto sulle fasce con gli intraprendenti Piana e Martinella e la Pro Ghemme che pensa primariamente a mantenere l'equilibrio nel punteggio. Al 2' Piana cerca di fare tutto da solo ma il tiro dell'esterno, che pareva ben indirizzato, si infrange sul corpo di Pelosi che salva i suoi. All'11' ci prova Valci dalla distanza ma il tiro dell'ossolano termina lontano dai pali di Macri mentre è ben più vicina la conclusione diagonale di Ferrari che dopo essersi liberato di Pelosi calcia sul palo lungo facendo correre un brivido sulla schiena dei supporter novaresi (15'). Il primo errore difensivo potrebbe essere fatale agli ospiti con il claudicante Giorgetti che sbaglia il controllo lasciando una prateria al neo entrato Ferreira Gomos, sul tiro dell'attaccante irrompe Platini che insacca ma la gioia ghemmese dura poco perché Tenace ferma tutto ravvisando una posizione irregolare del numero 9 giallonero (17'). Tutto da rifare ma la Pro Ghemme sembra rinfrancata dall'occasione costruita e prende campo, al 22' Perucca cerca la porta ma la mira è da rivedere poi è Pelosi a fare da sponda sulla punizione spiovente dalla trequarti per l'inserimento ficcante di Mazzetti che tutto solo non può sbagliare ma è tutto inutile perché, tra le proteste dei padroni di casa, il gol viene nuovamente annullato per fuorigioco (29'). E la beffa per i novaresi è pesante perché sul ribaltamento di fronte è il Virtus Villa a trovare il vantaggio, questa volta buono, al termine di una carambola in area generata dalla punizione di Ghidini e risolta dal tocco all'altezza del secondo palo di Controneo. La partita si infiamma all'improvviso, Ghidini direttamente su punizione prova a sigillare al 40' il vantaggio ossolano ma la buona stella sorride alla Pro Ghemme che al minuto 41 beneficia di un calcio di rigore per un braccio galeotto di Tabacco su tiro di Perucca che dal dischetto spiazza Barba regalando ai locali il pareggio. Ma non è finita qui perché il Virtus Villa cala vistosamente e nel lungo recupero la Pro Ghemme assalta all'arma bianca la trequarti avversaria: al 46' Barba in uscita è provvidenziale nel salvare i suoi facendo scudo con il corpo su Mazzetti ma un minuto dopo nulla può sulla punizione che pesca Calgaro tutto solo e libero di depositare in porta il pallone dell'incredibile successo giallonero.

PRO GHEMME-VIRTUS VILLADOSSOLA 2-1

Reti: 31'st Cotroneo (V), 41'st Perucca rig. (P), 47'st Calgaro (P).

Pro Ghemme (4-5-1): Macri; Bouaziz, Pelosi, Savoini, Bovolenta; Kinzerskyy, Perucca, Scollo, Calgaro, Milanesi (13'st Ferreira Gomos); Platini (28'st Mazzetti). A disposizione: Carini, Liotta. All. Rossi (assente).

Virtus Villadossola (4-4-2): Barba; Piana, Cotroneo, Giorgetti (24'st Marta), Martinella; Guerra (21'st Cugliandro), Savoia (18'st Ghidini), Tabacco, Valci; Ferrari, Zampini (32'st Moggio). A disposizione: Lattanzio. All. Massoni.

Arbitro: Tenace di Torino.

Note: Ammoniti Macri, Calgaro e Scollo per la Pro Ghemme, Cugliandro per il Virtus Villadossola.

Carmine Calabrese

Prima Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche