Difese allegre, quanti errori nel 2-3 tra Briga e Stresa - I AM CALCIO VCO

Difese allegre, quanti errori nel 2-3 tra Briga e Stresa

Mattioni su rigore, la rete non basta
Mattioni su rigore, la rete non basta
NovaraFocus

Sono forse stati più gli errori difensivi che i rispettivi attacchi a decidere la sfida tra Briga Stresa, che hanno condiviso l'allenamento congiunto sul campo di Cressa, primo vero appuntamento per saggiare la preparazione delle due squadre in vista dell'avvio ufficiale delle operazioni che vedrà entrambe le formazioni impegnate nel primo turno di Coppa Piemonte. Sia la formazione di Ramazzotti che quella di Rotolo devono recitare il "mea culpa" per il 2-3 maturato a favore dei borromaici ma al termine di una gara che non è sembrata mai scontata, a dispetto della differenza di categoria esistente tra le due formazioni che hanno dimostrato di avere tutte le carte in regola per progettare una stagione da assolute protagoniste.

Nel segno dell'equilibrio Rosa quasi al completo per Ramazzotti (il solo Mostoni resta ai box per qualche fastidio muscolare di troppo) che sceglie tuttavia di mescolare le carte in avvio, lasciando in panchina alcuni dei potenziali titolari come Fornara, Moretti e Mattioni; Rotolo deve invece fare a meno a pochi secondi dal via di capitan Frascoia, fermatosi durante il riscaldamento e sostituito da Manfroni, inizialmente precettato per la panchina al pari di Secci, che cede il posto a Zenga alla prima da titolare in "Blues", confermando il 2002 Viganò nell'undici di partenza. E comincia bene lo Stresa perché al 9' trova subito la rete del vantaggio con lo stesso Manfroni, puntuale al facile tap-in su assist di Salzano, felicemente trovato dall'imbucata intelligente di Bonura che taglia a fette la difesa di casa. Tocca poi a Baccin evitare che il Briga capitoli nuovamente al 19', volando sotto l'incrocio sulla conclusione angolata dell'ispirato Salzano. La squadra di Ramazzotti non dispiace fino alla trequarti anche se manca la scintilla per innescare la verve di Sacco che resta malinconicamente senza rifornimenti e qualche errore in disimpegno consente allo Stresa di pungere come al 24' quando Bonura, da posizione defilata, non riesce a trovare la porta. Il primo guizzo del Briga al 28' con il contropiede indiavolato condotto da Asole che spreca malamente al momento di concludere a rete e così tocca a Salvatore, fin qui avulso dalla manovra, beneficiare del recupero di Asole sulla trequarti al 33' lasciando partire dalla media distanza una conclusione secca e precisa che Barantani può solamente guardare infilarsi in rete per l'1-1 che chiude la prima frazione.

Difese da registrare Tante novità sull'uno e sull'altro fronte nella ripresa, com'era logico attendersi, ma a ritornare in campo con la concentrazione giusta è ancora una volta lo Stresa che già al 3' potrebbe tornare in vantaggio se Salzano, in piena area piccola e ingannato da un falso rimbalzo, non spedisse alle stelle in maniera clamorosa. Il secondo tempo è però un festival degli errori per le due difese che si innesca al 14' quando nonostante Barantani avesse a gran voce chiamato il pallone, Bellocci tocca verso il centro aprendo lo specchio per Sacco sul quale Deri è costretto a commettere fallo da rigore: dal dischetto si presenta Mattioni che spiazza il portiere completamente la rimonta del Briga. Sotto di un gol lo Stresa preme, forte anche dell'ingresso di Secci che svaria su tutto il fronte d'attacco, e al 24' proprio l'ex Accademia Borgomanero raccoglie un rimpallo in area depositando di giustezza alle spalle di Vitali. Che al 27' sbaglia tutto rinviando corto sui piedi di Gaspani che centra, Secci in mezza rovesciata non trova la sfera sulla quale si avventa Salzano che punisce lo svarione dei padroni di casa riportando avanti lo Stresa. E sarà il vantaggio definitivo perché i padroni di casa non riescono più a rendersi pericolosi dalle parti del neo entrato Borella, anzi è il giovane Ferrario che al 42' si supera salvando su Gaspani lanciato a rete ed evitando un passivo che sarebbe stato troppo pesante per la squadra di Ramazzotti.

BRIGA-STRESA 2-3

Reti: 9' Manfroni (S), 33' Salvatore (B), 14'st Mattioni (B), 24'st Secci (S), 27'st Salzano (S).

Briga (4-2-3-1): Baccin (1'st Vitali); Prelli (22'st Ferrario), Gibbin, Penariol (1'st Moretti), Pezzoni; Nalesso (11'st Fornara), Ardizzoia (1'st Bianchi); Asole, Salvatore, Cataldo (1'st Mattioni); Sacco (38'st Sciascia). A disposizione: Maseroli, Franzetti. All. Ramazzotti.

Stresa (4-3-3): Barantani (20'st Borella); Scibetta (1'st Feccia), Moia, Salice (1'st Deri), Bellocci; Viganò (5'st Gaspani), Testori, Manfroni; Bonura, Zenga (1'st Secci), Salzano (27'st Rossi). A disposizione: Frascoia. All. Rotolo.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:BRIGA STRESA Focus