Esordio in classe 5 per l'Accademia Borgomanero - I AM CALCIO VCO

Esordio in classe 5 per l'Accademia Borgomanero

De Bei, tra i più positivi dei suoi
De Bei, tra i più positivi dei suoi
NovaraFocus

Se fosse stata una partita di campionato, il risultato sarebbe stato troppo ampio per una gara che ha permesso a mister Molinaro di vedere buone cose dalla sua Accademia Borgomanero, soprattutto dai tanti giovani messi in campo in questo primo scorcio di preparazione, ma che ha anche certificato che in casa agognina c'è ancora molto da fare per presentarsi ai nastri di partenza del prossimo campionato di Eccellenza con la possibilità di giocarsi fino in fondo le proprie carte. Per contro l'Omegna di Tabozzi, tradito nella prima frazione da qualche giovane ancora troppo timido per affacciarsi al cospetto di un avversario di categoria superiore, nella prima parte della ripresa ha saputo menare qualche fendente forte anche dell'ingresso di tanti big che servono come il pane ad una squadra che deve ancora trovare il suo centro di gravità; sono gare che però fanno crescere l'impianto dei cusiani che, con soli dieci giorni di preparazione nelle gambe, non potrà che migliorare ulteriormente.

Peccati di gioventù E' un Omegna troppo timido quello che nella prima frazione si presenta sull'asciutto campo di Santa Croce e che consente all'Accademia Borgomanero di esprimersi al meglio fin dalle prime battute. Bastano infatti 6' a Gulin per trovare il varco giusto, convergere dal fronte destro e lasciar partire un sinistro che non concede scampo a Marzoli. Subito il gol i cusiani provano a riassestarsi sul terreno di gioco ma le trame orchestrate dai rossoneri non convincono e dalle parti di Cavaliere, complice anche l'attento schermo costruito da Acosta e Samina, i pericoli latitano; la troppa confidenza porta gli ospiti a sbilanciarsi e, puntuale, arriva la punizione con un letale contropiede lanciato, condotto e concluso da De Bei, che salta anche il portiere prima di depositare nella porta sguarnita al 32'. Marzoli deve poi dire di no al 39' alla bordata di Gulin con un volo che posticipa di poco la terza rete borgomanerese che giunge al 43' quando, su azione d'angolo, Giordani sorprende la disattenta difesa cusiana con un tocco all'altezza del primo palo che beffa tutti.

Fiammate d'orgoglio Molinaro cambia tutto nella ripresa inserendo nove elementi nuovi sugli undici scesi in campo nel primo tempo mentre è più conservativa la tattica di Tabozzi che si gioca i carichi pesanti (Elca e gli ex Cherchi e Paganini) disegnando un'Omegna più intraprendente che crea qualche grattacapo al giovane Fornara che al 6' si deve superare pere chiudere sulla bordata di Montani ma un minuto nulla può sulla capocciata di Paganini, ultimo arrivato in casa rossonera, che chiude sul palo lungo trasformando in gol un traversone di ottima fattura. Sono venti minuti di ottimo Omegna i primi della ripresa anche se l'attenta retroguardia di casa non concede occasioni agli ospiti che sbattono contro il muro agognino per poi rischiare le ripartenze in cui si mette in luce l'ottimo Agyei che diventa il protagonista dell'ultimo quarto d'ora: al 34' il poker di casa viene siglato da Sardo, che tocca a porta sguarnita, ma è propiziato proprio da una scorribanda di Agyei che sulla sinistra, di concerto con Kouadio, mette a ferro e fuoco la difesa ospite; al 36' moto d'orgoglio rossonero, Comparoli si avventa come un falco su una palla vagante in area facendosi stendere da Fornara che si riscatta respingendo il tiro dal dischetto dell'esperto attaccante omegnese. Il 4-2 arriva comunque al 39' ed è frutto di una clamorosa carambola tra Agyei e Donzelli, con quest'ultimo che tocca alle spalle del proprio portiere. Ma non è finita perché al 42', dopo un palo clamoroso di Sardo, è proprio Agyei a fissare il risultato sul 5-2 che chiude il match e rimanda le due squadre al weekend, quando l'Omegna sarà di scena a Romagnano Sesia contro il Gozzano (ore 17.00) mentre l'Accademia Borgomanero se la vedrà domenica alle 16.30 a Vigliano contro gli ambiziosi biellesi.

ACCADEMIA BORGOMANERO-OMEGNA 5-2

Reti: 6' Gulin (A), 32' De Bei (A), 43' Giordani (A), 7'st Paganini (O), 34'st Sardo (A), 39'st aut. Donzelli (O), 42'st Agyei (A).

Accademia Borgomanero (4-3-3): Cavaliere (1'st Fornara), Barbaglia (1'st Canziani), Acosta, Samina (1'st Donzelli), Milanesi (1'st Agyei); Modena (1'st Cotta), Papa (1'st Granieri), De Bei (1'st Campanaro); Gulin (1'st Gonzino), Giordani (1'st Kouadio), Sardo. All. Molinaro.

Omegna (3-5-2): Marzoli (25'st Kwabena); Pastorelli, Cabrini, Pontiroli (1'st Jaouhri); Racis (1'st Paganini), Motetta (13'st R. Sistino), De Ponti (13'st Bottiroli), Zekaj (1'st Cherchi), Montani (13'st Rossetti); Scarazzini (1'st Elca), Comparoli. All. Tabozzi.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:ACCADEMIA BORGOMANERO OMEGNA Focus