L'Accademia Borgomanero chiude l'accordo con Campanaro - I AM CALCIO VCO

L'Accademia Borgomanero chiude l'accordo con Campanaro

Campanaro con il Ds Paracchini
Campanaro con il Ds Paracchini
NovaraCalcioMercato Dilettanti

Cercava un centrocampista di esperienza l'Accademia Borgomanero, uno di quelli al quale affidare le chiavi di un reparto che è sicuramente centrale nelle sorti di una squadra e ancora di più per chi sta cambiando molto e deve inserire dei punti fermi dai quali ripartire. Una figura che sulla riva dell'Agogna hanno ritrovato in Giovanni Campanaro, mediano classe '92 che proviene dallo Stresa ma che nel suo recente passato ha stagioni di spessore anche oltre l'Eccellenza, conoscendo bene la D vissuta con le maglie di Chieri e Asti e avendo assaggiato anche i professionisti sia a Milazzo che a Bra. Poi tanta Eccellenza, con Sanremo, Settimo e Corneliano prima dell'approdo a Stresa.

Squadra e giocatore hanno "flirtato" fin da subito, da quando la società borgomanerese si è rimessa in moto per la costruzione della squadra per la prossima stagione con diversi incontri ma non è stato facile convincere il centrocampista che ha ricevuto diverse proposte anche dal torinese. Ha però vinto la voglia di Campanaro di rimanere nelle nostre zone per proseguire quell'esperienza cominciata a Stresa e rimasta incompiuta a causa del campionato "mozzato": "L'Accademia è una società importante - sono le prime parole del centrocampista - che ha storia e che mi ha fortemente voluto. Non potevo non accettare quest'occasione". 

Intanto i rossoblu perdono un'ulteriore pedina, dopo l'ufficializzazione dell'accordo tra Mattia Picone Chiodo ed il Canelli SDS: il difensore centrale, arrivato solamente nello scorso dicembre dal Sondrio, sarebbe stato uno dei giocatori sul quale la dirigenza borgomanerese avrebbe voluto puntare anche per la prossima stagione, forte dell'intesa instauratasi con il compagno di reparto Samina, già confermato, che ha reso la coppia centrale rossoblu una delle meglio assortite dell'intero girone ma gli astigiani di Massimo Gardano hanno avuto la meglio riuscendo a convincere il classe '98 a provare la nuova avventura in gialloblu.

Carmine Calabrese