Coronavirus-Italia 24.747 casi e 1.809 morti. Bollettino del 15 marzo - I AM CALCIO VCO

Coronavirus-Italia 24.747 casi e 1.809 morti. Bollettino del 15 marzo

Coronavirus 15 marzo
Coronavirus 15 marzo
LecceAltri Mondi

Il consueto aggiornamento quotidiano per quanto riguarda l'epidemia di Coronavirus in Italia. I dati sono aggiornati alle ore 18.00 del 15 marzo 2020 e forniti dalla Protezione Civile. Vediamo quindi qual è la situazione nel nostro paese.

I DATI IN ITALIA - In Italia da quando è iniziata l'epidemia di Coronavirus, sono 24.747 le persone che hanno contratto il Virus, 2.853 nuovi infetti in più rispetto al dato di ieri. Di queste 1.809 sono decedute con un incremento di 368 rispetto a 24 ore fa e 2.335 sono guarite(+369 rispetto a ieri). Attualmente i soggetti positivi, quindi esclusi decessi e guarigioni, sono 20.603.

I DATI NEL MONDO - Situazione sempre più difficile in Spagna dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 2.000 nuovi casi di contagio e un centinaio di decessi. Il totale in terra iberica ha toccato nel giro di pochi giorni quota 7.753. Non a caso il governo ha adottato le stesse misure italiane per cercare di fermare la diffusione della pandemia che è la stessa decisione presa dall'Austria. Situazione complessa anche in Iran dove i casi sono saliti a 13.938 con 724 decessi(113 nelle ultime 24 ore). Nel Regno Unito, al momento, non sono state prese particolari misure, l'idea è quella di mettere eventualmente in quarantena gli over 70: la decisione non verrà presa comunque a stretto giro. Gli USA hanno preso, finalmente, sul serio la questione, anche se i tamponi effettuati sono pochissimi si registrano 2.950 casi. La città di Hoboken, nel New Jersey, per contenere la diffusione del coronavirus ha imposto un coprifuoco notturno che va dalle 22 alle 5. Infine la Cina: 20 casi nelle ultime 24 ore dei quali 4 a Wuhan e 16 importati cioè di persone rimpatriate.

DECRETO ECONOMICO - E' atteso nelle prossime ore il decreto che andrà a sostenere la nazione dal punto di vista economico. Nell'ultima bozza viene confermata la Cassa integrazione estesa a tutti i settori e utilizzabile per 9 settimane, il condedo parentale straordinario retribuito al 50%, un premio di 100 euro esentasse per il mese di Marzo per i lavoratori che hanno dovuto continuare a recarsi in sede lavorativa, ma anche investimenti nella sanità e nella produzione di dispositivi medici necessari come le mascherine. Bisognerà però aspettare la tarda serata per avere certezza di tutte le misure previste.

20.000 DENUNCE - Con il nuovo Dpcm le forze dell'ordine sono state impegnate a verificare che i cittadini rispettassero le regole sugli spostamenti, ma anche che le attività(quelle ancora aperte) rispettassero tutte le misure di sicurezza previste. Come reso noto dal Viminale tra l'11 e il 14 marzo sono state controllate 550.589 persone. 20.003 di queste sono state denunciata per inottemperanza degli ordini dell'autorità, mentre 493 per dichiarazione falsa a pubblici ufficiali. Per quanto riguarda gli esercizi commericali: ne sono stati controllati 253.837, 982 titolari sono stati denunciati.

SPORT - Sempre più probabile il rinvio degli Europei di calcio al 2021 e l'Italia sarà una delle promotrici di questa scelta, martedì alla riunione prevista in videoconferenza. Lo stesso Gravina ha dichiarato a Sportmediaset: "Cercheremo di arrivare alla fine di questo campionato perché dobbiamo dare una definizione ai tanti investimenti delle società. La deadline è il 30 giugno, dobbiamo anche considerare che oltre alla Serie A ci sono anche Champions ed Europa League, vedremo se è il caso di sforare quella data".

Matteo Pagano