Lipari applaude la sua Varzese: "Tre anni di continua crescita" - I AM CALCIO VCO

Lipari applaude la sua Varzese: "Tre anni di continua crescita"

Gianni Lipari, tecnico della Varzese
Gianni Lipari, tecnico della Varzese
VcoSeconda Categoria Girone A

Campo al limite della praticabilità, in cartellone il big match con il Gravellona San Pietro, la possibilità di conquistare non solo una vittoria di prestigio ma anche la vetta solitaria del campionato. Per la Varzese quello culminato domenica al "Boroli" è stato un weekend da cerchiare con la matita rossa e non dimenticare, un successo strappato con la forza della determinazione e che mister Gianni Lipari non può non sottolineare: "Lo spettacolo su un campo del genere non poteva essere dei migliori, ma in questa gara i miei ragazzi ci hanno messo volontà, grinta, voglia di fare risultato. Sapevo che il Gravellona era un'ottima squadra, arrivava a questa partita imbattuto come noi e lo scontro era aperto a qualsiasi risultato; è stato importante andare in vantaggio perché in queste situazioni ambientali segnare per primi ti dà buone possibilità di portare a termine un risultato positivo. Voglio sottolineare la prestazione della Varzese, che è stata molto positiva: senza sfoderare una grossa prestazione su questi campi non si fanno i tre punti".

La Varzese è stata costruita in estate per provare ad occupare una posizione di primo piano nel girone A di Seconda categoria, a dispetto di una carta d'identità non così "matura" come a molti potrebbe sembrare: "Se analizziamo il nostro quintetto offensivo - ricorda a tal riguardo Lipari - si vede che giochiamo con solo giovani del '99 o addirittura del 2000. Siamo una squadra molto giovane, che però ha saputo crescere a livello caratteriale e mentale, non era facile farlo in così poco tempo. Vincere questa partita ci dà altra consapevolezza nei nostri mezzi, speriamo di continuare così anche in futuro".

La posizione attuale della compagine granata, solitaria in vetta al campionato, fornisce l'input per fare un primo bilancio di un avvio di campionato che forse pochi avrebbero immaginato così positivo: "Il campionato è ancora molto lungo ma per ora non possiamo essere che contenti del cammino che abbiamo intrapreso. Consideriamo anche con non abbiamo una rosa lunghissima, abbiamo giocato in tutti questi mesi con un gruppo di 13-14 giocatori che stanno dando il massimo ma avremmo forse bisogno di qualche forza fresca dal mercato. Vedremo di aggiungere qualche altro giocatore, veniamo da un lavoro triennale che nei primi due anni ci ha portato per due volte a giocarci i playoff: la società mi ha chiesto di inserire nel gruppo tanti ragazzi del nostro settore giovanile, con il Gravellona in campo ce n'erano 8-9 per cui un primo obiettivo è stato raggiunto. Certo, quando sei in testa cominci a pensare anche al successo finale perché l'appetito vien mangiando, vedremo dove saremo tra qualche mese".

Il futuro prossimo si chiama Veruno, che la Varzese affronterà domenica: un'altra gara che potrebbe dare chiare indicazioni su quello che sarà l'esito finale di un girone che si è dimostrato fin qui molto equilibrato. "La considero una gara cardine perché affronteremo una squadra molto forte. Ho approfittato in settimana per vedere il recupero con il Maggiora, dovendo affrontare entrambe nel giro di quindici giorni, e ho visto due squadre di categoria che mi hanno fatto un'ottima impressione, con giocatori esperti e di qualità, che ci obbligheranno a dare il massimo per portare a casa l'intera posta in palio".

Carmine Calabrese

Seconda Categoria Girone A

ClassificaRisultatiStatistiche