Austoni abbatte il Bra, il Verbania si rilancia in campionato - I AM CALCIO VCO

Austoni abbatte il Bra, il Verbania si rilancia in campionato

Austoni segna il gol del vantaggio, 1-0
Austoni segna il gol del vantaggio, 1-0
VcoSerie D Girone A

Era a rischio la gara del "Pedroli" tra Verbania Bra, recupero della 12ª giornata di campionato e già rinviata per impraticabilità di campo, ma il terreno di gioco dell'impianto verbanese ha retto le ultime abbondanti piogge consentendo ai giocatori di scendere in campo su una superficie quanto meno dignitosa. Tanto il fango e anche qualche pozza d'acqua hanno fatto compagnia ai ventidue scesi in campo in avvio di partita ma probabilmente non si poteva non giocare e il direttore di gara, Cosseddu di Nuoro, non ha esitato nel fischiare l'avvio di una gara dall'importanza capitale per ambedue le formazioni, appaiate in classifica nel cuore della zona playout e bisognose di punti per tornare a respirare un po' di ossigeno ed occupare una posizione meno scomoda.

Intraprendenza verbanese Il campo pesante ha influito molto sullo scorrere tutt'altro che lineare di una partita che nella prima frazione non ha fatto vedere molto sul piano del gioco, ma probabilmente non avrebbe potuto essere altrimenti. Il Verbania ha tenuto tra le sue mani le chiavi del gioco, obbligando i cuneesi di Daidola a pensare prima a difendere ma, ad onor del vero, poche volte si sono presentati pericolosamente dalle parti di Bonofiglio. Il primo squillo lo prova l'ispirato Austoni che al 10' impatta il cross di Musso spedendo sul fondo non di molto, ma sarà un fuoco di paglia perché bisognerà attendere fino al 32' per vedere nuovamente il Verbania con pericolosità in area giallorossa: è lo stesso Austoni a colpire di testa riuscendo addirittura a spedire in fondo al sacco ma il direttore di gara vede una trattenuta dell'attaccante locale sul marcatore diretto, il terzino Olivero, e annulla il possibile 1-0 biancocerchiato. Il Bra è inoffensivo, al 40' prova una sortita in ripartenza partendo dalla mediana con Rossi ma sono scaramucce di poco conto che non consentono all'inoperoso Russo neanche di sporcarsi i guanti.

Doppietta Al ritorno in campo il Bra costruisce in poco più di un quarto d'ora molto di più di quanto messo insieme in un primo tempo scialbo da parte degli ospiti. Al 6' Petracca dal limite trova lo spazio per calciare con pericolosità verso la porta lacuale con il pallone che sorvola di non molto la traversa; al quarto d'ora anche il Bra mette a referto un gol annullato sul corner di Petracca che crea una mischia davanti a Russo risolta dal tocco sotto misura dell'ex Sporting Bellinzago Tos, arrivato in posizione di fuorigioco. Al 20' si mette in luce anche Armato, ex centravanti dello Stresa, che conquista palla nella trequarti avversaria ribaltando l'azione a favore del Bra, sul cross Russo non trattiene ma trova l'aiuto dei centrali di difesa che risolvono la spinosa situazione. Con il Bra in fiducia, la doccia fredda rappresentata dalla rete del vantaggio del Verbania è ancora più pesante per gli ospiti: è il 25', Sadouk riesce a far partire un traversone arquato che trova pronto alla stoccata di testa Austoni, che questa volta non perdona. Il vantaggio biancocerchiato accende la partita, il Bra si riversa nell'area lacuale ed è quasi incredibile come alla mezz'ora non riesca ad imbucare una doppia occasione che la difesa verbanese respinge praticamente sulla linea di porta consentendo ai padroni di casa di sfruttare le praterie lasciate dai cuneesi proiettati nella metà campo avversaria e al 38' il raddoppio diventa logica conseguenza, Ibe rifinisce nuovamente per Austoni che all'altezza del secondo palo mette il secondo sigillo sulla partita. Tutto finito? Macchè, al 41' l'ennesima mischia in area del Verbania si risolve con un tocco sfortunato di Fortis che spedisce alle spalle di Russo ridando fiato alle speranze ospiti. Saltano gli schemi e le occasioni si susseguono da una parte e dall'altra con i due portieri che diventano protagonisti: prima Bonofiglio deve chiudere da campione sul tentativo di Ibe (42') poi Russo, che non vuole essere da meno, alza di puro istinto la girata che sembrava vincente di Mella (43'). Cinque i minuti di recupero ma è il Verbania a gestire meglio l'extra-time, Corio prova a partire in contropiede al 48' ma Ciccone riesce in scivolata a fermarne l'avanzata verso la propria area. Al fischio finale qualche momento di tensione ma l'importanza della gara e della posta in palio era alta, il Verbania vince e conquista così il suo sesto risultato utile consecutivo incamerando tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza.

VERBANIA-BRA 2-1

Reti: 25'st Austoni (V), 38'st Austoni (V), 41'st aut. Fortis (B).

Verbania: Russo, Lonardi, Panzani, Piraccini, Pezzati, Gatti, Cecon (36'st Fortis), Musso (21'st Corio), Austoni (36'st Gambino), Margaroli (7'st Sadouk), Artiglia (13'st Ibe). A disposizione: Strola, Bottazzi Trentani, Ottina, Ramponi. All. Galeazzi.

Bra: Bonofiglio, Olivero (38'st Vergnano), Ciccone, Rossi, Tos, Tuzza (29'st Mella), Petracca (29'st Cuoco), Brancato (29'st Sarr), Capellupo (33'st Ghidinelli), Casolla, Armato. A disposizione: Pietropaolo Novallet, Kharoubi, Cucchi, Bosio. Alle. Daidola.

Arbitro: Cosseddu di Nuoro. Assistenti: Marra di Milano e Nicosia di Saronno.

Note: Ammoniti Piraccini, Cecon e Sadouk, tutti del Verbania.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:VERBANIA Serie D Girone A