Ramazzotti, un Briga da primo posto: "Risultati tramite i sacrifici" - I AM CALCIO VCO

Ramazzotti, un Briga da primo posto: "Risultati tramite i sacrifici"

Glauco Ramazzotti, tecnico del Briga
Glauco Ramazzotti, tecnico del Briga
NovaraPromozione Girone A

Non era semplice per il Briga sfoderare l'ennesima prestazione positiva avendo di fronte una Juve Domo pronta a tutto pur di strappare dalle mani novaresi il primo posto nel girone e dovendo confrontarsi con un terreno di gioco che rendeva difficile orchestrare le giuste trame di un calcio arioso e ragionato come quello giocato dalla compagine di mister Glauco Ramazzotti. La squadra però ha risposto presente per l'ennesima volta, riuscendo a costruirsi una vittoria importante sia per la classifica che per l'amor proprio anche se, con il campionato non arrivato ancora al giro di boa, i giochi sono ancora tutti da farsi: "Sono contento per come ha giocato la mia squadra - dice il tecnico novarese - perché i ragazzi nelle difficoltà ci hanno messo cuore, rendendomi orgoglioso non solo per come sanno stare in campo ma anche per come lavorano in settimana. Mi ripeto spesso ma il Briga dev'essere una squadra fondata sul lavoro: ho giocatori che sanno che hanno bisogno di lavorare per ottenere risultati, e lo fanno con voglia e senso di responsabilità. Per quanto riguarda la classifica dobbiamo guardare partita dopo partita perché quando alziamo la testa sappiamo che rischiamo di perdere l'equilibrio: a Briga non ci sono problemi in questo senso, in questo momento ci stiamo divertendo e vogliamo continuare a farlo mettendo in campo ogni domenica quello che abbiamo".

La partita con la Juventus Domo segna un po' il salto di qualità della compagine del presidente Ottone perché sicuramente gli ossolani sono uno dei gruppi più competitivi di questo campionato di Promozione, dimostrando che il Briga può sedersi al tavolo delle squadre che si appresteranno in primavera a giocarsi il campionato nelle fasi cruciali della stagione. "Viviamo un girone - continua Ramazzotti - in cui ogni domenica ti trovi a giocare una partita difficile e complicata, anche quando affronti le squadre attardate in classifica. Sono tutte partite importanti ma la Juve Domo è una di quelle messe meglio in campo, che dimostra sempre piglio e determinazione; il campo è stato un'ulteriore difficoltà, ad inizio partita avrei veramente fatto a meno di giocare questa gara e non mi rimangio certo quelle parole, la differenza è stata fatta dagli episodi e dalla caparbietà. Anche per questo va sottolineata la prestazione del Briga, che ha avuto dalla sua le caratteristiche che spesso sono il valore in più dei nostri avversari: gli attributi".

Tra i compiti di Ramazzotti ora ci sarà anche quello di controbilanciare l'entusiasmo che, inevitabilmente, si vivrà all'interno dello spogliatoio novarese in settimana e che potrebbe far perdere la necessaria concentrazione nell'affrontare le prossime sfide, sulla carta più abbordabili per la compagine brighense: "Alcuni dei ragazzi che sono di quest'anno erano con me anche nella scorsa stagione, quindi conoscono benissimo quale sia il mio pensiero e mi aiutano a trasmetterlo al resto del gruppo. Non credo che ci sia il problema di mantenere questi ragazzi con i piedi per terra, lavoro con un gruppo che mi dà una grande mano e che sta vivendo questo momento con grande realismo: non possiamo cambiare la nostra mentalità, dobbiamo rimanere umili e concentrati e con la voglia di lavorare. Il nostro articolo primo prevede il lavoro in settimana, sono i sacrifici a poterci dare dei risultati".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:BRIGA Promozione Girone A