La replica del Bulè: "Pratini pensi ai suoi tesserati" - I AM CALCIO VCO

La replica del Bulè: "Pratini pensi ai suoi tesserati"

A sx, il Dt Graziano Pratini
A sx, il Dt Graziano Pratini
NovaraPromozione Girone A

E' stata una gara accesa sotto tutti i punti di vista, quella giocata domenica al "Curotti" tra la Juventus Domo, arrivata al confronto con i galloni di prima della classe, e il Bulè Bellinzago. Ad uscire vittoriosi dalla gara sono stati proprio gli ospiti, che si sono rilanciati in classifica facendo al contempo perdere il primato agli ossolani di Morellini.

Il match, ricco di ribaltamenti di fronte anche sul piano del risultato, ha vissuto una coda polemica nella serata di lunedì quando nel corso di "Dilettanti per dire" condotto dal collega Daniele Piovera, ospite il direttore tecnico dei granata Graziano Pratini, sono stati fatti dal dirigente domese osservazioni sul comportamento in campo del tecnico gialloblu Diego Colombo, reo secondo Pratini di aver contribuito a riscaldare fortemente gli animi nell'ambito di una partita già di per sé "calda".

Accuse a cui la società novarese, con un piccato comunicato stampa, ha voluto rispondere in difesa del proprio tecnico, comunicato che riportiamo integralmente:

"In riferimento alle dichiarazioni rilasciate dal Direttore Tecnico della Società JUVENTUS DOMO Sig. Graziano Pratini nel corso della trasmissione “Dilettanti per Dire”, andata in onda lunedì 11 novembre 2019, il Consiglio Direttivo di ASD BULE’ BELLINZAGO intende esprimere tutta quanta la propria indignazione. Trovando del tutto improduttivo cadere in sterili polemiche nelle quali, da quanto percepito, taluni risultano invece a più riprese coinvolti, siamo costretti ad intervenire solo ed esclusivamente in quanto il nostro Allenatore Colombo Diego è stato espressamente citato.

Enormemente rispettosi verso la correttezza dimostrata dalla stragrande maggioranza di dirigenti e giocatori della società JUVENTUS DOMO, verso la quale continuiamo a possedere la stima più assoluta, invitiamo il Sig. Pratini Graziano a ravvedersi dall’accusare nostri tesserati senza averne l’autorità ed a concentrarsi, come siamo certi stia facendo, a valutare unicamente le azioni compiute dai propri, alcuni dei quali nell’occasione protagonisti a fine gara di episodi per niente in linea con la filosofia di insegnamento per i giovani verso la quale sta così tanto pubblicamente lavorando.

Pronti a chiudere istantaneamente una vicenda per conto nostro già datata, ci teniamo a specificare che consideriamo il presente comunicato come un semplice atto dovuto nei confronti del rispetto che pretendiamo per il nostro allenatore Colombo Diego, per niente incline a livello professionale, come del resto il nostro Direttivo vieta a tutti i tesserati, a rilasciare inutili, diffamatorie e di qualsiasi tipo dichiarazioni sull’operato di direttori di gara, allenatori, giocatori, tifosi e dirigenti delle squadre avversarie".

Ad onor del vero è giusto riportare anche l'avvenuto chiarimento tra le due società, avvenuto tra lo stesso Pratini e il presidente del sodalizio novarese Luigi Blasi, che ha di fatto spento qualsiasi tipo di scintilla e sgonfiato una polemica che avrebbe potuto trascinarsi tra due delle compagini più accreditate a giocarsi fino a primavera inoltrata il possibile salto diretto in Eccellenza.

Carmine Calabrese