Oggi ti presento: Matteo Cerutti - I AM CALCIO VCO

Oggi ti presento: Matteo Cerutti

NovaraEccellenza Girone A

Ci sono tanti talenti che crescono nel campionato di Eccellenza piemontese, alcuni che si affacciano alla ribalta per la prima volta, altri che invece stanno seguendo un percorso di valorizzazione già iniziato nel tempo per permettere al giocatore di accumulare esperienza, minutaggio e consapevolezza. E' questo il caso di Matteo Cerutti, attaccante che già nella scorsa stagione ha saputo mettersi in luce con il Città di Baveno diventando presto uno dei punti fermi della formazione di Pissardo e, quest'anno, di Molle che lo sta riproponendo con continuità. Ecco la sua scheda redatta, come al solito, dal nostro match analyst Mirco Vecchi.

Per i giovani è sempre difficile approcciarsi al salto in prima squadra, spesso accade che per esigenze tattiche e di squadra si venga spostati in ruoli di ripiego e capita di vedere difensori centrali che vengono impiegati come terzini o punte che vengono spostate esternamente. E così quando vedi un classe 2001 alla sua seconda stagione in Eccellenza giocare sempre con continuità come punta centrale sicuramente la cosa ti incuriosisce; se poi aggiungi che questo "Under" la scorsa annata al suo esordio nel calcio dei grandi ha realizzato 7 reti in campionato forse vuol dire che è dotato di qualità sopra la media per la sua età. Il soggetto in questione è Matteo Cerutti, centravanti del Baveno e protagonista della puntata odierna di "Oggi ti presento". Cresciuto nel florido settore giovanile bavenese, da due anni è ormai in pianta stabile in prima squadra ritagliandosi un ottimo minutaggio con numerose apparizioni dal primo minuto.

Alto circa 190 centimetri, longilineo, fisico asciutto, muscolatura discreta ma non eccezionale, dotato di buon equilibrio e coordinazione, buona velocità nel breve abbinata ad una potente accelerazione che lo rende esplosivo negli ultimi venti metri, nel complesso mostra resistenza fisica ed atletica nella norma.

Cerutti, piede destro, mostra buona tecnica individuale sia con il piede forte che con il mancino: dotato di ottimo stacco aereo grazie anche all’altezza ed alla scelta di tempo, abile nell’anticipazione dei movimenti, dribbling e finte non sono le sue qualità migliori ma sono comunque parte del suo bagaglio tecnico; punto debole sul quale lavorare è la fase di conduzione della palla dove non è troppo veloce e fatica nella scelta della giocata migliore mancando di lucidità nel momento cruciale.

Tatticamente Cerutti viene schierato come attaccante nel 4-3-1-2, ruolo che esalta alla perfezione le sue qualità: parte a destra ma nell’arco della partita svaria anche sull'altro lato interscambiandosi con il compagno di reparto. Con Salzano forma una coppia ben equilibrata e completa, inoltre per caratteristiche fisiche e stile di gioco il classe 2001 può essere schierato anche come centravanti in un 4-3-3.

In fase di possesso partecipa in maniera costante alla manovra di squadra: preciso nei passaggi, bravo a prendere posizione e a far salire la squadra, ama giocare sul filo del fuorigioco per poi attaccare la profondità grazie anche ad un'ottima progressione. Per caratteristiche rispecchia il prototipo del centravanti moderno, abbina qualità da prima punta a caratteristiche da attaccante di movimento, con tendenza ad andare fuori linea esternamente per lasciare spazio d’inserimento centrale al trequartista. Pericolo costante in area di rigore, bravo a smarcarsi con tagli e passanti, è spesso cercato dai compagni anche su palla inattiva.

In fase di non possesso si dimostra sempre pronto ad uscire in pressione sul difensore centrale, generoso anche ad andare in pressing sul portiere, mentre in fase di sviluppo avversario fornisce un discreto apporto alla fase difensiva ripiegando fino a metà campo; umile, determinato e voglioso di fare, forse gli serve giusto un pizzico di grinta in più che non guasta mai.

Sicuramente Cerutti è un giocatore molto interessante: è difficile trovare giovani che riescano ad emergere in prima squadra nel ruolo di centravanti, in più il classe 2001 mostra grande feeling con il gol, bravo a giocare sull’ultimo uomo e leggere le situazioni. In questi anni ha avuto compagni di reparto di grande esperienza e qualità (Salzano, Hado, Zenga) dai quali poter apprendere qualche trucco del mestiere: sette sigilli alla sua prima stagione d’Eccellenza, uno in queste prime partite per dimostrare che il killer instict non gli manca mai, Cerutti ha tutte le carte in regola per fare bene e per migliorare il suo bottino di reti personale sognando la doppia cifra. Il Baveno punta molto sul suo giovane attaccante e lui cercherà di rispondere presente a suon di prestazioni e gol per contribuire a portare i biancazzurri ai play off.

Mirco Vecchi

Matteo Cerutti, Città di Baveno
Matteo Cerutti, Città di Baveno