Coppa Promozione, impresa Sparta - I AM CALCIO VCO

Coppa Promozione, impresa Sparta

Vergadoro, in rete con l'Arona
Vergadoro, in rete con l'Arona
NovaraPromozione

Non è ancora concluso il primo turno della Coppa Piemonte Promozione perché solamente questa sera andrà in scena Vogogna-Omegna, terzo atto della sfida tra le formazioni di Castelnuovo e Tabozzi (le due di Coppa e la prima di campionato) in pochi giorni che chiuderà il tabellone ma sono stati emessi già quasi tutti i verdetti.

Le conferme arrivano dalla Juventus Domo che bissa il largo successo dell'andata (0-5) imponendosi anche al "Curotti" sul Piedimulera: un 3-1 che ha vissuto sul filo dell'equilibrio solamente per la prima mezz'ora, quando al vantaggio di Lipari ha risposto Ceschi dal dischetto. Come spesso successo in quest'avvio di stagione sono i giovani domesi ad aver scavato la differenza con Malvicini e Ricchi che hanno portato al successo i granata ossolani in una gara infarcita di "millenials" (16 su 22 i giocatori nati oltre il 2000 in campo dal primo minuto). 

L'Arona si scrolla di dosso la sconfitta di Santhià in campionato rifilando un poker al Dormelletto, già sconfitto all'andata (0-1). Senza storia la ripresa del match dopo che proprio sul finale di primo tempo Vergadoro aveva portato in vantaggio i lacuali di casa: un rigore fallito da Vergadoro al 15' diventa il trampolino per il raddoppio di Macchione (18') che infila il facile tap-in sulla respinta di Scottini prima che i giovani Cima e Bighinzoli arrotondino in maniera evidente il punteggio a favore dei padroni di casa.

La sorpresa più evidente del primo turno di Coppa la firma lo Sparta Novara che elimina il più quotato Bulè Bellinzago andando a vincere a domicilio sul terreno dei gialloblu di Colombo: Anchisi e Pola firmano l'impresa nel primo tempo contro gli sfortunati padroni di casa che, dopo i gravi infortuni di Negrello e Pasquino, dovranno fare a meno anche del talentino Ouhemmou, uscito dolorante dalla sfida di Coppa. Per lui sospetta lussazione della spalla e almeno un mese di stop all'orizzonte.

Fatica ma alla fine ottiene il passaggio del turno lo zoppicante Briga di quest'avvio di stagione: il gol allo scadere di Ardizzoia nel 2-1 col Sizzano vale il secondo turno strappato per il rotto della cuffia a scapito dei biancazzurri di Paladin che parevano aver ribaltato la sconfitta dell'andata (1-0) con le reti di Bovo e Forzani, a conferma di una squadra che senza timori reverenziali ha ben chiare le possibilità di giocarsi tutte le proprie carte a disposizione in stagione.

Le altre gare che coinvolgono squadre del girone A sorridono al Valduggia a cui basta pareggiare (2-2) con la Dufour Varallo dopo il largo successo dell'andata per passare il turno così come fa il Città di Cossato che capitalizza al massimo il gol vittoria realizzato all'andata da Rocco con lo 0-0 imposto al Vigliano nel ritorno, mentre al Bianzè non basta vincere (1-2) sul campo del Santhià per ribaltare la sconfitta dell'andata (0-2) e passare il turno.

Carmine Calabrese