Coppa Promozione: cinque schiaffi Domo a Piedimulera - I AM CALCIO VCO

Coppa Promozione: cinque schiaffi Domo a Piedimulera

Elca fa 1-1, Omegna comincia la rimonta
Elca fa 1-1, Omegna comincia la rimonta
NovaraPromozione

Comincia con il botto la stagione ufficiale delle squadre di Promozione che, dopo la lunga pausa estiva, scendono in campo per la gara di andata del primo turno di Coppa Piemonte. Tra conferme e novità la prima pagina se la merita la Juventus Domo, dilagante sul campo del Piedimulera archiviando la qualificazione al prossimo turno con un pesante 0-5 ai danni dei gialloblu di Tomola: derby ossolano in saccoccia e primo avvertimento al campionato, quest'anno la formazione di Morellini non concederà scontri. In vantaggio già dopo nemmeno una decina di minuti con il rigore realizzato dal solito Bini, è nella ripresa che i granata dilagano: Nino non si fa pregare per segnare il classico gol dell'ex che viene sottolineato dalla doppietta del giovane classe 2001 Jerich; la "manita viene servita da un altro dei 2001 in dotazione a mister Morellini, il subentrato Malvicini. 

Se la Juventus Domo si è divertita, la sua parte l'ha fatta anche l'Omegna ma per la formazione di Tabozzi aver ragione del Vogogna non è stato semplice, nonostante il 4-1 a fine gara renda difficile la replica nel ritorno da parte degli ossolani di Castelnuovo. Eppure il Vogogna è stato il primo ad andare in vantaggio, grazie al gol dell'ex Crevolese Krauss che ha rotto l'equilibrio dopo un quarto d'ora di gioco ma a brillare è stata la stella di Elca che ha ribaltato la gara con una tripletta e ha dato la possibilità ai rossoneri cusiani di terminare avanti già il primo tempo. Nel finale il 3-1 del bomber omegnese sembrava aver chiuso ogni discorso ma ci ha pensato Comparoli in pieno recupero (assist, neanche a dirlo, del MVP della gara) a spegnere ogni velleità di passaggio del turno da parte vogognese.

In casa novarese, vittoria di misura per Arona Briga mentre è nulla di fatto tra Sparta Novara Bulè Bellinzago, che rimandano alla gara di ritorno i gol e la decisione su chi proseguirà l'avventura di Coppa. Il derby lacuale è stato risolto dall'ex Gessa che ha sfruttato un calcio di rigore all'8' della ripresa per "matare" il Dormelletto dopo che la gara, corretta in campo più che sugli spalti, aveva fatto registrare l'espulsione del tecnico aronese (ed ex Dormelletto) Fanelli, reo di aver risposto in maniera troppo veemente agli insulti piovuti sui tanti ex della partita in campo con la casacca aronese arrivati da parte della tribuna di casa. Al Briga è bastato il sigillo di Fornara per risolvere la questione contro l'esordiente Sizzano, che ha tenuto bene il campo mantenendo il bilico una qualificazione che si giocherà nella sfida di ritorno, prevista per mercoledì 11 in casa biancazzurra.

Carmine Calabrese