Cannobiese, il ds Tamini lancia l'obiettivo playoff

Matteo Ferrari, tra i nuovi acquisti
Matteo Ferrari, tra i nuovi acquisti

Dopo aver vissuto da neo promossa una stagione andata ben oltre le più rosee previsioni, la Cannobiese si sente pronta per rincorrere nuovi e ancora più importanti obiettivi e cominciare a guardare con continuità ai piani alti di una classifica, quella di Prima categoria, che potrebbe regalare ancora tante soddisfazioni alla compagine cannobina.

Ne è convinto in maniera chiara il direttore sportivo dei biancorossi Gianluca Tamini che, facendo il punto della situazione sul mercato della Cannobiese, non nasconde le ambizioni che la società sogna di poter coltivare per la prossima stagione: "Abbiamo lavorato sul mercato in maniera mirata, per andare ad inserire in una rosa già rodata e di buona qualità quegli elementi che potessero farci fare il definitivo salto di qualità in termini di esperienza. In questo modo si spiegano gli arrivi, tutti dal Feriolo, di un portiere di primissima qualità come Fabrizio Allioli e di due giocatori che in Prima categoria non hanno certo bisogno di presentazione come Fabio Martinella Matteo Ferrari. Penso che siamo a buon punto ma per dichiarare conclusa la nostra campagna acquisti abbiamo bisogno di inserire in rosa dei giovani: l'unico classe '98 che avevamo, Jacopo Mussetti, purtroppo dovrà fermarsi per una patologia al quale che dovrà essere tenuto sotto controllo e quindi sicuramente almeno fino a dicembre non potrà essere con noi. Stiamo cercando di inserire almeno un paio di prospetti di questa annata, uno dei quali potrebbe essere Matteo Fabbri, di proprietà del Fomarco ma anche lui al Feriolo nella scorsa stagione: lui vorrebbe venire a Cannobio anche perché sta lavorando in Svizzera ma bisogna vincere la resistenza del Fomarco perché anche a loro farebbe molto comodo. Un altro potrebbe essere Samuele Tinelli, difensore l'anno scorso nella rosa del Verbania che vorrebbe scendere di categoria per vivere una stagione meno impegnativa, oppure Luca Chiarello che è un '99 di proprietà del Gravellona San Pietro che ha vissuto l'ultima stagione a Feriolo".

Sul fronte uscite sono pochi i nomi che hanno deciso di lasciare Cannobio, uno dei quali sarà sicuramente Andrea Pocaterra, portiere che con l'arrivo di Allioli si troverebbe la strada chiusa e che con tutta probabilità di accaserà alla Voluntas Suna. Rinnovato il prestito di Mirko Zanni con la Juventus Domo, che verrà lasciato anche per la prossima stagione in maglia biancorossa, mentre un discorso a parte merita la posizione di Alessandro Schirru, l'unico tra i big ancora in bilico: "In realtà - confessa Tamini - è più un discorso comportamentale che tecnico. Stiamo parlando a fondo con il giocatore, gli abbiamo chiesto di garantirci un certo tipo di atteggiamento, delle certezze che negli ultimi due mesi della scorsa stagione sono mancati. A livello tecnico è un giocatore indiscutibile ma qui alla Cannobiese puntiamo molto sulla compattezza del gruppo e certi comportamenti alla lunga sono deleteri e creano malumori generali. Quest'anno ci sarà un allenatore nuovo, un tecnico che pone delle regole ferree nello spogliatoio a livello comportamentale e non vorremmo ritrovarci, dopo un mese o due di campionato, a dover già risolvere una grana all'interno della rosa".

Non è ormai più un mistero che a guidare la Cannobiese nella prossima stagione ci sarà Claudio Ferrari, un tecnico a cui i biancorossi hanno chiesto di alzare ulteriormente l'asticella rispetto all'ultima ottima annata: "Pensiamo di essere pronti per fare qualcosa di più - dice con certezza Tamini - soprattutto rispetto alla scorsa stagione quando da neo promossi guardavamo alla salvezza e nulla di più. Quest'anno c'è più consapevolezza delle nostre possibilità anche perché abbiamo visto che nella scorsa stagione, nonostante le difficoltà di un cambio di allenatore a metà stagione e una partenza ad handicap, i risultati sono comunque arrivati ed è chiaro che essendoci rinforzati a livello di rosa i playoff possono davvero diventare un obiettivo: nessuno può dire di voler vincere il campionato ma una Cannobiese tra le prime cinque della classifica è quello a cui puntiamo".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:CANNOBIESE