L'Arona blinda la porta con due innesti d'esperienza

Di Bianco riparte da Arona
Di Bianco riparte da Arona

Se una carenza c'era prima di ieri nella rosa dell'Arona, questa era da ricondursi proprio al delicato ruolo del portiere. Lasciato partire Beltrami verso Valduggia, in casa lacuale erano convinti di poter puntare tutte le proprie fiches sul giovanissimo (classe 2001) Fasso, di scuola Novara, che avrebbe dovuto rappresentare il futuro estremo difensore delle prossime stagioni aronesi.

Nulla da fare perché il dietrofront di Fasso, che ha indispettito la dirigenza lacuale scegliendo la corte dell'ambiziosissimo Vigliano, ha costretto il direttore sportivo Lionello ad una precipitosa ricerca per coprire non una ma due posizioni all'interno della rosa dell'Arona, che si è così trovata scoperta in un ruolo cardine: ricerca che non è stata neanche così difficoltosa perché nel giro di pochi giorni la formazione biancoverde ha annunciato gli arrivi di Mattia Di Bianco, nell'ultima stagione all'Olimpia Sant'Agabio ma in passato nella rosa di squadre importanti anche come secondo come recentemente visto a Borgovercelli, e di Nicolò Cavadini, classe '96 prelevato dal Verbania con cui ha da poco festeggiato il salto in Serie D alle spalle di Russo ma vero e proprio amuleto capace di festeggiare tre volte negli ultimi tre campionati (Inter Farmaci Verbania dalla Prima alla Promozione, Città di Verbania dalla Promozione all'Eccellenza e Verbania dall'Eccellenza alla Serie D). Per Cavadini si tratta di un ritorno ad Arona essendo stato in riva al lago Maggiore proprio prima di iniziare la sua epopea verbanese.

Nessuna preclusione sulla titolarità, i due portieri partiranno sullo stesso piano e sarà proprio il campo a decidere chi scendere in campo alla domenica per difendere la porta dell'Arona. Nessun dubbio che sia un'occasione importante per entrambi e che ad Arona abbiano trovato due interpreti motivati e di sicuro rendimento in vista del prossimo difficile campionato di Promozione. 

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:ARONA