Villa punito dal dischetto, al Gaglianico il primo round di Coppa

Il rigore vincente di Bottura
Il rigore vincente di Bottura

Una partita viva, combattuta fino all'ultimo, che ha espresso quanto di buono biellesi e ossolani in questo momento e con queste condizioni potevano dare. Un risultato che lascia tutto invariato in vista del ritorno al "Curotti" di Domodossola di domenica prossima, forse di più non ci si poteva aspettare da una semifinale di Coppa come quella giocata in terra biellese. Che la vittoria nel punteggio abbia sorriso al Gaglianico di Ferraro ci sta, avendo i padroni di casa costruito di più rispetto agli avversari che tuttavia si sono presentati al "Comunale" di via Napoli non in perfette condizioni, con le assenze pesanti di Calloni, Savoia e Rovereti, tutti squalificati, anche se sono tante le recriminazioni per un rigore arrivato allo scadere del recupero che ha lasciato più di un dubbio. Certo, le recriminazioni arbitrali sull'uno e sull'altro fronte lasciano intendere che non è stata certo la condotta del direttore di gara ad influire in maniera tangibile sul risultato ma quel che più conta è che per definire chi andrà in finale ci saranno da vivere ancora novanta (e forse più...) intensi minuti di gioco.

Pidello ruba la scena Forte del vantaggio di giocare sul suolo amico è il Gaglianico a prendere fin da subito le redini di una partita che vede il Virtus Villa attento osservatore e pronto a sfruttare qualsiasi varco lasciato dagli avversari ma con il chiaro intento di difendere prima di tutto la propria trequarti. Lucida la regia di Bellinelli a centrocampo che si appoggia spesso sull'ispirato Giordano, da cui partono le trame biellesi più pericolose. Al 6' però la prima vera conclusione la cerca Primatesta che svetta in area sul traversone di Tortora mandando la palla sul fondo; sarà una gara complicata però per l'attaccante ossolano, sempre marcato a vista dalla quasi impermeabile difesa di casa. Al 12' Marton prova lo stesso ad area invertite ma la testata del terzino sorvola la traversa; è però il preludio al gol del Gaglianico che giunge al 14', Giordano imbecca splendidamente il taglio in area di Pidello che anticipa Bellotti e gira in porta di testa laddove Olmi non può intervenire. Il vantaggio non modifica la trama della gara, il Virtus Villa fatica ad imbastire azioni di una certa pericolosità e si fa vedere principalmente su punizione come al 31' quando è la botta di Primatesta dal limite ad infrangersi contro la barriera. Grandi proteste dei padroni di casa al 38' Olmi esce a valanga scontrandosi in aria con un avversario, la palla arriva a Pidello che gira in porta dove trova Martinetti pronto al salvataggio a porta sguarnita: i biellesi chiedono a gran voce il rigore per l'uscita del portiere ma mentre ancora infuriano le proteste al limite dell'area avversaria Rota si incarica di una punizione (anch'essa contestata dai padroni di casa) e la scarica all'incrocio dei pali: è il 41' e si torna in parità. Il Gaglianico è una furia, si riversa nella metà campo avversaria e in pieno recupero riesce a creare i presupposti per andare al riposo in vantaggio: azione di sfondamento di Bottura che palla al piede si incunea in area, sulla conclusione dell'attaccante biellese la difesa ospite salva ma al compagno subentra Pidello che indovina il pertugio giusto e di potenza deposita in fondo al sacco (48').

Rigore compensativo? Per il Virtus Villa i guai non vengono mai da soli, Rota toccato duro a fine primo tempo deve alzare bandiera bianca e nell'intervallo lascia il posto ad un voglioso Tettamanti, che si assumerà l'onere di dirigere l'orchestra ossolana. Il Gaglianico però approfitta dello sbandamento degli ospiti per provare a chiudere i conti, al 2' Facchinetti si ritrova libero sul secondo palo ma sbaglia la misura del tiro mandando oltre il montante lungo, un minuto dopo Teodori conclude dal limite con la sfera che non si alza di molto oltre la traversa. Pidello potrebbe approfittare all'11' dell'errore di valutazione di Bellotti ma, tutto solo fronte alla porta, spara incredibilmente a lato graziando Olmi. Il Virtus Villa è alle corde, la punizione di Primatesta che al 18' aggira la barriera ma non trova la porta è troppo poco per presagire un pareggio anche perché la travolgente percussione di Giordano che al 22' fa il vuoto sulla sinistra prima di servire Bottura che dal limite indirizza proprio in bocca al portiere lascia pensare ad un Gaglianico che ne abbia di più. Massoni disegna allora un Villa a trazione anteriore buttando nella mischia Tomola per Tortora e arretrando Pirone e gli ospiti cambiano marcia: al 24' Balzani obbliga Bini alla difficile parata per mettere in angolo e sul corner successivo lui stesso sfiora il gol della domenica calciando sul palo lungo un pallone che esce di un soffio. Il pareggio si materializza al 27' e l'azione, guarda un po' incomincia proprio sull'asse Tettamanti-Tomola, quest'ultimo serve con intelligenza Valci che prende la mira dal limite mandando il pallone a baciare il palo alla destra di Bini prima di infilarsi alle spalle del portiere biellese. Con il 2-2 la gara aumenta di tensione ma resta equilibrata, al 33' Olmi sbaglia la presa sulla punizione di Giordano ma per sua fortuna Pirone è tempista e anticipa Bottura in agguato; al 36' il rasoterra di Cugliandro è potente ma centrale, facile la presa di Bini. Sei i minuti di recupero e proprio al termine di questi Olmi in uscita travolge il neo entrato Diaferia, in evidente posizione di fuorigioco, allontanando la palla col pugno prima di precipitare addosso all'avversario: il direttore di gara, memore forse dell'episodio del primo tempo, decide questa volta di intervenire concedendo il rigore che Bottura trasformerà per il successo biellese ed espellendo Balzani per proteste. Un finale stridente con la bellezza di una gara che sicuramente vivrà il "secondo tempo" a Domodossola.

GAGLIANICO-VIRTUS VILLADOSSOLA 3-2

Reti: 14' Pidello (G), 41' Rota (V), 48' Pidello (G); 27'st Valci (V), 51'st Bottura rig. (G).

Gaglianico (4-3-3): Bini; Pozzo, Remorini, Bigiordi, Marton; Teodori (29'st Valle), Bellinelli, Giordano (47'st Croce); Facchinetti (38'st Disderi), Pidello (45'st Diaferia), Bottura. A disposizione: Quaregna, Maggia, Mania, Menardi, Munerati. All. Ferraro.

Virtus Villadossola (4-3-3): Olmi; Tortora (23'st Tomola), Martinetti, Bellotti (17'st Sesto), De Pani (29'st Ciaramella); Pirone, Rota (1'st Tettamanti), Valci; Cugliandro, Primatesta, Balzani. A disposizione: Pavesi, Gaboli, Bariletta, Baccaglio. All. Massoni (squalificato, in panchina D'Angelo). 

Arbitro: Panariti di Torino.

Note: Espulso al 51'st Balzani (V) per proteste. Ammoniti Marton, Giordano e Remorini per il Gaglianico, Tettamanti per il Virtus Villadossola.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:VIRTUS VILLADOSSOLA GAGLIANICO