Paladin si gode il suo Sizzano: "E' difficile batterci"

Matteo Paladin
Matteo Paladin

Quella ottenuta dal Sizzano è una vittoria che assume ancora più valore per la caratura dell'avversario, essendo l'Ornavassese una formazione che bene ha fatto sia in campionato che nello scorcio dei playoff che si è trovata a giocare e che l'ha condotta fino alla finale del girone A, ai margini della fase regionale per salire in Promozione. La squadra di Matteo Paladin anche nello scontro diretto ha però dimostrato di avere qualcosa in più, di possedere quei "numeri" che la proiettano ora veramente ad un passo da un risultato a cui alla vigilia forse si pensava, sì, ma distrattamente: "I ragazzi sono stati straordinari - commenta il tecnico novarese nel post gara con i neri ossolani - abbiamo battuto una squadra che reputo fortissima usando le loro armi, l'aggressività e la cattiveria agonistica, e quel che più conta giocando a calcio. Queste tre componenti sono state decisive, ho sempre detto di avere una squadra di uomini prima che di giocatori e lo stanno dimostrando partita dopo partita. Il girone di ritorno per noi ha coinciso con una svolta che ci ha permesso di arrivare in questa situazione, che ora ci godiamo alla grande".

La forza del Sizzano la si vede soprattutto nella consapevolezza con cui alcuni giocatori ormai scendono in campo; un esempio per tutti è stata la crescita di Delfino, maturato molto dal suo approdo in biancazzurro e anche con l'Ornavassese tra i migliori, ma anche quella dei molti giovani che Paladin con il suo lavoro ha contribuito a far maturare in fretta: "Tutti insieme stiamo facendo un ottimo lavoro - dice con il sorriso Paladin - i giovani stanno avendo una crescita esponenziale e stanno diventando un fattore di questa squadra. Si è citato Delfino ma vorrei parlare anche di Borruto, di Bovo e di quelli che hanno forse avuto meno chance come Passarella e Crespi e sono stati ugualmente importanti: sono loro che ci danno quell'entusiasmo che ci serve per andare avanti e il loro miglioramento è una grossa soddisfazione per il sottoscritto ma anche per la società che ha sempre creduto in loro".

Con l'Ornavassese il Sizzano ha vinto l'ennesimo battaglia ma la guerra non è finita e all'orizzonte per i novaresi già si aprono nuovi scenari ed un quadrangolare complicato in cui nel giro di quattordici giorni si deciderà il futuro biancazzurro. Paladin però sa cosa serve per cercare di uscire vincitori anche da un tour de force così ostico: "Dobbiamo affrontare le prossime partite con questo stesso atteggiamento, con la voglia e la qualità tecnica che ci ha fin qui contraddistinto. Secondo me il Sizzano può dire la sua: ce la siamo giocata fino adesso divertendoci e quello che mi viene da dire è che è difficile batterci. In tutto il girone di ritorno siamo riusciti a fare percorso netto senza mai incappare in una sconfitta e quindi ce la giocheremo, cercando di metterci tutto il nostro impegno".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:SIZZANO