Calciomercato, focus sui giovani dell'Accademia che cercano squadra

Pastore, tra i giovani dell'Accademia
Pastore, tra i giovani dell'Accademia

In attesa dell’inizio della nuova stagione calcistica gli occhi degli addetti ai lavori sono puntati sugli sviluppi di calciomercato. Si sa, i caldi mesi estivi coincidono con il tempo degli affari ed aspettando i primi botti di mercato, noi di IamCalcio oggi vi parliamo ancora una volta di giovani, facendo tappa per questa puntata in casa dell’Accademia Borgomanero.

La compagine agognina è da anni fiore all’occhiello per quanta riguarda la formazione di giovani talenti, quello rossoblù è un settore giovanile florido e all’avanguardia, un vero e proprio bacino dove pescare ad occhi chiusi diversi giovani pronti per misurarsi in campionati come la Promozione e la Prima categoria. Vediamo quindi nel dettaglio chi sono i prospetti in uscita dalla formazione borgomanerese: un elenco che troverete diviso in due parti (la seconda in uscita nelle prossime ore) in quanto sono molti i giocatori che l'Accademia Borgomanero lascerà liberi di cercarsi altra destinazione in vista della prossima stagione.

Il primo nome che vi presentiamo è quello di Alessandro Antonioli, classe '96, calciatore rapido di pensiero nelle giocate, gran corridore sempre pronto a sacrificarsi, dispone di buona visione di gioco ed è bravo a dialogare a pochi tocchi. Antonioli può essere utilizzato sia come centrocampista nel ruolo di mezzala o di play ed è schierabile anche in una mediana a due, inoltre mostra molta duttilità tattica ricoprendo alla perfezione il ruolo di terzino destro. Per anni titolare in Promozione nella formazione rossoblu, nella stagione 2017/18 è stato tra i protagonisti della cavalcata degli uomini di Bonan nel double Coppa Piemonte-Promozione, che ha portato i borgomaneresi in Eccellenza tramite i play off; nell’ultima stagione in forza a Valduggia, ha dato equilibrio e tecnica al centrocampo dei biancoblu.

Da due anni in prima squadra nell’Accademia Borgomanero ecco un classe 2000 molto appetibile, visto che rientra nella fascia "Under": stiamo parlando di Francesco Monzani, ruolo centrocampista, piede destro, giocatore grintoso che abbina qualità a quantità. Utilizzato come mezzala nel centrodestra può essere impiegato in tutto il reparto nevralgico del gioco, inoltre in questa stagione mister Ferrero l’ha proposto anche come esterno alto nel 4-3-3.

Parlando di "millenials" ecco Andrea Gaspari, anche lui classe 2000, attaccante esterno: si adatta bene su entrambe le corsie e dopo aver esordito in Coppa Italia in rossoblu, da dicembre è andato in prestito al Valduggia dove ha giocato con continuità fino al termine della stagione mettendosi spesso in mostra e collezionando minuti e ottime prestazioni.

Sempre di ritorno da Valduggia Riccardo Antonioli, classe '98, ruolo difensore: con fisicità e grinta è stato una delle sorprese in positivo della formazione biancoblu di Arbellia. Spesso utilizzato come terzino destro, garantisce spinta in fase offensiva ed affidabilità in fase di non possesso.

Il prossimo calciatore che presentiamo è Paolo De Nicola, classe '97, centrocampista dotato di centimetri e grande forza fisica, propositivo in fase di sviluppo, abile ad inserirsi in zona di finalizzazione mostrando un certo feeling con il gol. Nonostante la giovane età è ormai un veterano di queste categorie avendo giocato con l'Accademia in Promozione, e in Prima categoria a Romagnano nella stagione 2017/18, realizzando 9 centri stagionali. Quest'anno De Nicola ha giocato a Gattinara dove ha fornito buone prestazioni impreziosite da tre reti e l'approdo ai playoff.

E se il Gattinara dopo anni è tornato a disputare i playoff di categoria, i bianconeri devono questo risultato anche ai tanti giovani provenienti dall'Accademia Borgomanero prestati ai "vignaiuoli"; oltre al già citato De Nicola altri tre giovani rossoblù hanno ben figurato nella formazione allenata da Pagani: Tosi, Moraca e Fioraso. Federico Tosi classe '97 da due stagioni in forza al Gattinara, ruolo difensore e sempre più tra i punti fermi della retroguardia, nasce come centrale ma all’occorrenza può giostrare anche da terzino. Tommaso Moraca, 1996, giocatore dotato di ottima tecnica individuale, in passato all’Agrano, è un centrocampista che abbina quantità e corsa da mezzala a tecnica e pensiero da play mostrando inoltre ottime doti da rifinitore: abile ad inserirsi in zona conclusiva per lui due reti in stagione. A rinforzare la difesa del Gattinara ci ha pensato anche Attilio Fioraso, classe '97, jolly in grado di ricoprire tutti i ruoli difensivi.

Se state cercando un attaccante giovane ma prolifico, merce rara di questi tempi, ecco il nome che fa per voi: Anton Pastore punta del '99 dotata di tecnica, rapidità ma soprattutto freddezza sotto porta, l’anno scorso ha messo a curriculum qualche spezzone nell’Accademia Borgomanero. Quest’anno in forza al Romagnano ha mostrato di non pagare dazio tra i grandi sfiorando la doppia cifra, 9 reti per lui.

In chiave attaccanti, ecco un esterno offensivo che può ricoprire il ruolo di seconda punta ed all’occorrenza "falso nueve": stiamo parlando di Gabriel Diana, giocatore del '99 che mostra buona tecnica e grande velocità. Vissuta la stagione 2017/18 in forza all’Oleggio in Promozione, Diana è sceso in Seconda categoria per giocare con continuità nel Divignano.

Grande esperienza in Prima categoria può vantarla Alessandro Magliarella, classe '96 che abbina centimetri e corsa: laterale basso da anni in forza all’Agrano, grandi doti atletiche può giocare come laterale anche in un più offensivo 3-5-2, modulo con cui può agire al meglio su tutta la corsia.

Torniamo in Promozione dove troviamo altri prospetti interessanti come Marco Abello, classe '99 in forza al Dormelletto, un esterno offensivo abile nei dribbling e nell’uno contro uno.

Davide Gonella, classe '98, è stato senza dubbio una delle rivelazioni del campionato di Terza categoria: centrocampista con doti offensive ed ottimi tempi d’inserimento, con 9 reti ha contribuito a riportare il Maggiora in Seconda.

Che l’Accademia sia una società che lavora molto sui giovani del territorio lo si nota anche nel leggere i cognomi dei calciatori in uscita, come Lorenzo Antonioli, classe '98 che ha vissuto l'avvio di stagione a Valduggia: nelle annate precedenti il giocatore si era messo in mostra in prima squadra all’Accademia Borgomanero. Dotato di grande tecnica individuale, può ricoprire diversi ruoli sul fronte offensivo ma riesce ad esprimersi al meglio nel ruolo di trequartista e seconda punta.

Mirco Vecchi

Leggi altre notizie:ACCADEMIA BORGOMANERO