La Folgore Caratese spinge lo Stresa in Eccellenza

Barantani, 150 con lo Stresa
Barantani, 150 con lo Stresa

Lo Stresa saluta la Serie D dopo soltanto una stagione e lo fa incamerando forse la più brutta sconfitta annuale tra le mura amiche. Al “Forlano” la Folgore Caratese infligge un sonoro 0-4 ai padroni di casa, determinandone la retrocessione in Eccellenza. Troppo ampio il divario visto in campo tra le due squadre, i padroni di casa sono rimasti in partita solo nel primo quarto d'ora cedendo poi di schianto ai lombardi che dall’avvento di mister Longo sulla panchina hanno cambiato passo mettendo in gioco tutte le qualità del proprio roster. Da segnalare prima del fischio d’inizio l’applauso dello stadio Forlano al portiere “blues” Barantani che festeggiava le 150 presenze con la casacca dello Stresa.

Tris letale Totalmente diversi gli obiettivi delle due squadre ma il comune denominatore del match sono i tre punti che servono disperatamente sia allo Stresa per provare a rimanere agganciati al treno playout che alla Folgore per rimanere in scia delle squadre che si giocheranno i play-off. Il ruolino di marcia degli uomini di Longo è davvero formidabile, dall’arrivo del nuovo tecnico i lombardi hanno modificato l'assetto di gioco passando ad un 4-3-3 molto offensivo ma soprattutto hanno cambiato i risultati che portano ora la Folgore, in serie positiva da sei gare nelle quali si sono contate cinque vittorie, a sperare nella post season. Partono forte gli ospiti, al 7' Carbonaro, servito dalle retrovie, effettua un tiro cross senza esito che sfila sul fondo. La risposta stresiana al 17' Agnesina prolunga verso il centro dell'area una punizione di Scienza ma Armato spedisce oltre la traversa. Al 19' la Folgore Caratese trova il vantaggio che spezza l'equilibrio della gara: Gioé riceve nel cuore dell'area borromaica trovando il tempo di girarsi e battere a rete, Barantani si oppone ma il più lesto ad arrivare sulla sfera e a ribadire in rete è Valotti che deposita nella porta sguarnita il vantaggio ospite. Per lo Stresa che fatica a reagire l'unica via è affidarsi ai calci da fermo con i quali prima Agnesina e poi Bratto intorno alla mezz'ora provano a riagganciare la parità. Ma al 32' Gioé, con la sua 21esima rete stagione, approfitta di uno svarione della difesa di casa per siglare il raddoppio, rendendo vana l'uscita disperata di Barantani che viene beffato dal tocco preciso del centravanti ospite. Il match virtualmente si chiude un paio di minuti più tardi quando Ciko, ben imbeccato dal cross di Carbonaro, si iscrive al tabellino di giornata con colpo di testa che batte il portiere lacuale.

Barantani protagonista Tanti i cambi ad inizio ripresa soprattutto per i padroni di casa che modificano il modulo di gioco con l’inserimento di Papini che si schiera accanto ad Armato; ma le situazioni in campo non cambiano anzi al 4' è ancora uno scatenato Valotti a convergere dal lato sinistro verso il centro e scaricare un bel destro che sbatte contro la traversa, con Ciko che sulla ribattuta mette a lato da centro area. Il destino dello Stresa visto anche i risultati dagli altri campi appare segnato, la Folgore Caratese continua a sprigionare un gioco di livello altissimo con Longo che incita i suoi e alla mezz’ora arriva la doppietta personale di Valotti che sfrutta un assist al bacio del neo entrato Derosa per involarsi verso la porta difesa da Barantani, bucandolo con un destro a giro. Il passivo potrebbe diventare ancora più pesante ma Barantani al minuto 35 neutralizza con una bella parata il calcio di rigore di Gioè, causato da un mani di Battistello in area di rigore. Sarà l'ultima emozione di una gara che il sig. Pezzopane di L'Aquila chiude dopo cinque minuti di recupero, consentendo alla Folgore Caratese di continuare a correre verso i playoff e condannando lo Stresa ad un mesto ritorno in Eccellenza dopo una sola stagione, la prima della storia, nella serie A dei Dilettanti.

STRESA-FOLGORE CARATESE 0-4

Reti: 19' Valotti, 31' Gioè, 33' Ciko; 30'st Valotti.

Stresa (4-4-2): Barantani, Rosato, Gallo (1'st Gallo), Battistello, Bratto (1'st Papini), Agnesina, Mirinioui, Gilio, Armato, Scienza (20'st Tuveri), Scibetta (1'st Feccia). A disposizione: Zenoni, Hado, Vecchio, Telesca, Rampi. All. Mora.

Folgore Caratese (4-3-3): Del Ventisette, Bianco, Pertica (20'st Ngom), Burato, Cacciatore, Monticone (37'st Marconi), Carbonaro (20'st Derosa), Poesio (35'st Vingiano), Gioè, Ciko (30'st Drovetti), Valotti. A disposizione: Rainero, Carrara, La Fauci, Daynè. All. Longo.

Arbitro: Pezzopane di L'Aquila.

Note: Ammoniti Gallo e Scienza per lo Stresa, Carbonaro e Derosa per la Folgore Caratese. Al 36'st Gioè (F) sbaglia un calcio di rigore. Presenti 200 spettatori circa.

Gianni Foralosso

Leggi altre notizie:STRESA