L'analisi di Poma: "L'Oleggio difficilmente ti perdona gli errori"

Marco Poma, tecnico del Piedimulera
Marco Poma, tecnico del Piedimulera

E' la delusione il sentimento predominante nel post gara con l'Oleggio in casa Piedimulera. La compagine ossolana per larghi tratti è stata all'altezza degli avversari ma dopo la sconfitta patita contro la capolista sul proprio terreno vede addirittura dissolversi la possibilità di giocarsi dei playoff che i gialloblu si sarebbe guadagnati per quanto fatto durante tutto l'arco della stagione, rendendo inutile il terzo posto assoluto a due giornate dal termine dal campionato: "Conoscevamo le difficoltà della gara - ammette il tecnico Marco Poma perché giocavamo contro la prima in classifica e il rischio di perdere c'era dovendo l'Oleggio mantenere il passo per restare in vetta. Io credo che la squadra fino all'1-1 abbia tenuto bene il campo e giocato un'ottima partita, peccato che sia arrivato il loro secondo gol su un nostro malinteso in fase difensiva: da lì chiaramente la gara è andata in discesa per l'Oleggio però al di là di quello che ha detto il campo ritengo che il risultato sia abbastanza pesante. Il nostro obiettivo rimane quello di andare ai playoff però ci sta anche che le squadre davanti, che hanno sempre vinto, possano staccarti; abbiamo perso con l'Oleggio la prima partita in casa della stagione, dopo 14 risultati utili credo che non ci sia niente da rimproverare ai ragazzi. Dobbiamo far bene le ultime due partite cercando di risollevarci in settimana, se arriveranno due vittorie avremo fatto il nostro dovere e poi vedremo".

La partita era stata bene impostata dal Piedimulera, andato subito in vantaggio e capace di mettere in difficoltà una squadra come l'Oleggio che, in fase difensiva, soffre sempre poco. Poi l'1-1 ha un po' cambiato l'inerzia della partita ed è venuta fuori la capacità dei novaresi di sfruttare i momenti delle gare: "Quello di Maio è stato un gran gol e bisogna dar merito di questo ai nostri avversari - prosegue Poma - però il Piedimulera anche dopo il pareggio ha sfiorato più volte il 2-1, non disunendosi. Se a questo aggiungiamo l'episodio dubbio in area su Ceschi che secondo me era più rigore che no abbiamo la dimensione della prestazione del Piedimulera; anche all'inizio del secondo tempo abbiamo ripreso in mano le redini della partita tanto da aver subito il secondo gol nel nostro momento migliore. Contro queste squadre però non puoi sbagliare, l'Oleggio difficilmente ti perdona".

Restano due giornate in cui bisogna fare sei punti e poi sperare che qualcuno davanti rallenti un pochettino per consentire alla formazione ossolana di rientrare nel gap utile per disputare i playoff: "Fino alla fine dobbiamo crederci - conclude Poma - cercando di preparare bene la partita di Chivasso che non sarà semplice, per poi finire davanti alla nostra gente con il derby contro il Vogogna. Per quello che ha espresso quest'anno questa è una squadra che meriterebbe di fare i playoff, vedremo se ci sarà data questa possibilità perché il campo alla fine è sempre il giudice".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:PIEDIMULERA