Oleggio, Dossena più vicino al traguardo: "Ci mancano due capolavori"

Giorgio Dossena
Giorgio Dossena

Definire il successo dell'Oleggio a Piedimulera come la vittoria della maturità è forse riduttivo per il campionato di una squadra che ha dimostrato nell'arco di tutta la stagione di meritare il primo posto del girone A di Promozione. Ma ottenere i tre punti in casa di una compagine compatta come quella ossolana, su un campo dove è difficile per tutti uscire con un risultato positivo, e per di più farlo partendo con l'handicap dello svantaggio a freddo è un'ulteriore prova che la formazione "orange" sta imbroccando la stagione giusta, quella che potrebbe culminare con il balzo in Eccellenza: "Ancora una volta devo dire che i miei giocatori sono stati bravissimi - commenta il tecnico dell'Oleggio Giorgio Dossena -, siamo riusciti a stare in partita nonostante l'inizio non dei migliori e non parlo solo del gol che abbiamo subito. Appena siamo riusciti a fare due cose fatte bene la squadra si è rinfrancata, ha ritrovato autostima, riuscendo a giocare una buonissima partita contro un avversario che sappiamo essere forte. E' proprio la forza del Piedimulera a dare ancora più valore a questo successo".

Il campionato è ormai un duello, giornata dopo giornata, tra il suo Oleggio e una Fulgor Valdengo che non vuole perdere colpi rimanendo in scia della capolista. Un testa a testa che sta dando grande lustro al campionato: "Fulgor Valdengo ed Oleggio sono le squadre che nel 2018 in tutto il Piemonte, tolto forse il Centallo, hanno fatto più punti di tutte e si stanno riconfermando in questa prima parte di 2019. Speriamo di tenere botta fino alla fine perché abbiamo ancora due capolavori da portare a termine ma se lo spirito sarà quello della gara con il Piedimulera, cioè di non abbattersi quando i momenti sono difficili, penso che i presupposti siano buoni".

Dossena non lo dirà mai ma se un ostacolo c'era tra l'Oleggio e l'Eccellenza, forse questo era rappresentato proprio dalla sfida con il Piedimulera. Superati gli ossolani ora il cammino pare in discesa per i novaresi del patron Foglio ma bisognerà mantenere alta l'attenzione e la concentrazione per non cadere su gare sulla carta più alla portata: "L'attenzione massimale - continua Dossena - ce la danno i risultati della Fulgor Valdengo che non ci permettono di rilassarci. Se un vantaggio l'abbiamo è che dopo il Piedimulera c'è una partita in meno alla fine del campionato e quindi chi è davanti ha il traguardo un pochino più vicino. Noi sappiamo che dobbiamo fare ancora sei punti come lunedì scorso sapevamo che dovevamo farne nove: adesso ci godiamo questa sosta cercando di recuperare dei giocatori che in questo momento non abbiamo e ci servirebbero ma non dobbiamo dimenticare di fare i complimenti a quelli che si stanno dando da fare giocando magari fuori ruolo e snaturando le proprie caratteristiche per il bene dell'Oleggio, dimostrando uno spirito di sacrificio incredibile".

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:OLEGGIO