Stresa due volte in vantaggio ma la vittoria sfugge ancora

Battistello fa centro, 1-0 per lo Stresa
Battistello fa centro, 1-0 per lo Stresa

In una splendida giornata soleggiata che riporta per un attimo i pensieri alla primavera si affrontano per la prima giornata di ritorno del campionato di serie D girone A i padroni di casa dello Stresa e i liguri della Fezzanese. Allo stadio “Forlano” non è presente la folla che probabilmente ci si aspettava visto le assenze anche degli altri campionati, ma probabilmente il fatto di giocare in un giorno di festività non ha aiutato l’affluenza. Lo stato del manto erboso non è assolutamente buono e il ghiaccio presente dalle gelate dei giorni precedenti non è di certo un alleato per uno Stresa chiamato ad un’inversione di marcia se vuole conquistare quanto meno l’obiettivo di giocarsi la permanenza in categoria attraverso i play-out. Le due squadre si dispongono in campo con moduli quasi a specchio, la differenza sta solo nei reparti offensivi: se per gli ospiti è composto da un trequartista e due punte, lo Stresa presenta due mezzepunte a supportare bomber Armato.

Disattenzioni su corner Parlavamo di un’ inversione di marcia rispetto all’andata da parte dei “blues” guidati da Luca Colombo e i primi 25' di gioco ci raccontano di uno Stresa che in campo si affida più spesso a fraseggi ragionati rispetto alla prima parte di campionato e trova soprattutto in Scienza il vero ispiratore della manovra soprattutto nella trequarti offensiva, posizionato tra le linee di difesa e centrocampo dei liguri. Primo affondo da parte dei padroni di casa guidato da Scienza al minuto 4, il fantasista serve Armato che però non riesce a trovare la via del gol calciando alto. Al 11' ecco il vantaggio per i padroni di casa: calcio d’angolo di Scienza che trova Battistello libero di battere, per l’ex Varese è un gioco da ragazzi infilare in rete di testa la sua prima rete in maglia blues. Intorno al quarto d'ora prima Scienza e poi Vanzan impensieriscono Greci calciando da fuori ma entrambi i tiri finiscono fuori. La sensazione dagli spalti è quella di uno Stresa che sia in controllo totale del match, ma al 25' arriva la doccia fredda: da calcio d’angolo viene servito Baudi che mette al centro per l’incornata vincente di De Martino che, libero da marcature, batte Bertoglio e firma il pareggio ospite. Da qui alla fine prima frazione lo Stresa subisce il gol subito a livello psicologico e non riesce più a replicare il gioco fin lì espresso, sale di tono invece la Fezzanese senza tuttavia rendersi pericolosa dalle parti di Bertoglio.

Baudi spegne il "Forlano" Nessun cambio in avvio di ripresa da parte dei due allenatori e ancora una volta è lo Stresa a partire meglio, al minuto 6 i “blues” si lamentano per un tocco di mano in area da parte di De Martino su un tiro in porta scoccato da Scienza, per l’arbitro Fichera non ci sono gli estremi per la massima punizione. All'8' ancora Stresa: Vanzan pescato da Bratto calcia debolmente; un minuto dopo è Armato a rendersi pericoloso con un diagonale che attraversa tutta l’area di rigore ma non entra in rete. Al 23' il neo entrato Bruzzi scalda le mani di Bertoglio che in due tempi riesce a bloccare, un minuto dopo nuova occasione per la Fezzanese con capitan Baudi che dai venti metri scaglia una punizione che si infrange sulla traversa a Bertoglio immobile. Al 31' esplode per la seconda volta il “Forlano”: Papini, defilato sull’out di destra, riceve da Battistello e di prima intenzione calcia verso la porta di Greci che può solo ammirare la perla del nuovo attaccante arrivato alla corte di Colombo entrare in rete. Al 40' è Agnesina a provare ad entrare nel tabellino dei marcatori, ma il suo colpo di testa sugli sviluppi della punizione di Scienza finisce alto sulla traversa. Un paio di minuti prima del novantesimo la Fezzanese completa per la seconda volta la rimonta, Baudi ben servito da Grasselli batte Bertoglio riportando i liguri sul 2-2 che sarà il risultato finale del match. La sensazione è che lo Stresa abbia cambiato faccia dalla metà campo in su, rimangono però grosse le amnesie difensive che dovranno essere colmate per puntare con forza all'obiettivo salvezza.

STRESA-FEZZANESE 2-2

Reti: 11' Battistello (S), 25' De Martino (F); 31'st Papini (S), 43’st Baudi (F).

Stresa (4-3-2-1): Bertoglio, Feccia, Gilio, Frascoia (27'st Tuveri), Bratto, Agnesina, Vanzan (19'st Diaw), Battistello, Armato, Scienza, Papini. A disposizione: Barantani, Salviato, Telesca, Scalabrini, Rampi, Gitteh, Scibetta. All. Colombo.

Fezzanese (4-3-1-2): Greci, Gavini (35'st Coppola), Terminello, Zavatto, Marcellusi, De Martino, Grasselli, Scotti (35'st Frolla), Diallo, Baudi, Mitta (22'st Bruzzi). A disposizione: Gavellotti, Angelotti, Rrokaj, Fabiani, Balito. All. Sabatini.

Arbitro: Fichera di Milano.

Note: Ammoniti Papini e Tuveri per lo Stresa; Gavini per la Fezzanese. Presenti 100 spettatori circa.

Gianni Foralosso

Leggi altre notizie:STRESA