Oggi ti presento: Luca Toffolini

Il match analyst di IamCalcio Mirco Vecchi, che da quest'anno segue sulle nostre pagine la fortunata e seguitissima rubrica "Oggi ti presento", ha scelto di chiudere questo 2018 analizzando le prestazioni del giovane attaccante Luca Toffolini, prima punta dell'Alicese che molto bene sta facendo in maglia granata. Vecchi ritornerà con "Oggi ti presento" già a partire da gennaio, con l'avvio del campionato, per analizzare tanti altri giovani che si stanno mettendo in luce tra Eccellenza e, magari, Promozione.

Sesto posto in classifica a pari merito per la sorprendente Alicese, che si trova ad un solo punto dalla zona play-off offrendo un calcio piacevole con un 4-4-2 molto offensivo. La compagine di Alice Castello è una delle rose più giovani dell’intero campionato di campionato di Eccellenza, molto bravo mister Yon a plasmare i giovani ed a farli rendere al meglio nel suo semplice ma efficace sistema tattico. Spesso in campo tra le fila dei granata sono scesi ben 6 under titolari, un plauso per il buon avvio di stagione va fatto anche al D.S. Vilmo Rosso abile nel costruire una squadra giovane ma ambiziosa andando a scovare talenti per tutto il nord Italia.

Molti sono i giovani prospetti interessanti presenti nella rosa, in questo articolo ci focalizzeremo su Luca Toffolini, classe 99, prima punta di peso e autore di un ottimo avvio di stagione prima che un brutto infortunio lo costringesse “ad una sosta obbligata ai box”. Cresciuto in Friuli-Venezia Giulia nel settore giovanile dell’Ol3 passa successivamente al Pordenone dove milita nella formazione under 19; con i neroverdi esordisce in prima squadra in occasione della sfida di coppa Italia contro il Vicenza. Buono il percorso con i pari età intervallato da qualche convocazione con i grandi, da segnalare la sua presenza in panchina in occasione Inter-Pordenone a San Siro, partita degli ottavi di finale di coppa Italia in cui i ramarri giuliani si arresero ai nerazzurri solo dopo i calci di rigore. In estate il Pordenone decide di lasciarlo partire ed arriva così la chiamata del D.S. Rosso che lo porta ad Alice Castello.

Nato il 2 ottobre 1999, struttura imponente alto poco più di 185 centimetri, peso e muscoli ben distribuiti, fisico da ariete offensivo, non troppo veloce nel breve e negli scatti, meglio in progressione grazie anche alla sua potente forza esplosiva e muscolare. Molto mobile su tutto il fronte offensivo, bravo nell’anticipazione dei movimenti, abile nell’utilizzare al meglio il suo poderoso fisico. Destro naturale, tiro potente, risulta meno preciso ed abile con il piede mancino, bravo nel crearsi le occasioni da rete meno nel finalizzarle. Abile nel fare la sponda, in questa situazione è preciso nel dialogare con i compagni di squadra. Macchinoso nella conduzione della palla, più sciolto e disinvolto nell’esecuzione dei dribbling, efficace nell’uno contro uno grazie alla sua potenza fisica.

Dal punto di vista tattico Toffolini viene schierato come attaccante nel 4-4-2 di mister Yon: il classe '99 tende a svariare su tutto il fronte offensivo, compensandosi molto bene sia tatticamente che per caratteristiche fisiche con il compagno di reparto Mancuso. Toffolini tende solitamente a giocare più sul centrodestra, è una prima punta moderna molto mobile, abile a giocare sull’ultimo uomo, sempre pronto ad ingaggiare con il suo marcatore numerosi duelli fisici nei quali ha spesso la meglio; il “panzer” dell’Alicese risulta fastidioso e logorante da marcare per tutto l’arco dei novanta minuti, molto imprevedibile, bravo negli smarcamenti preventivi ed a farsi trovare sempre pronto stazionando spesso sul filo del fuorigioco. Quando viene cercato con lanci lunghi tende a far salire il baricentro della squadra, abile in queste situazioni a creare lo spazio d’inserimento per Mancuso.

In fase di finalizzazione il classe '99 ama eseguire verticalizzazioni per attaccare la profondità, grazie ad un eccezionale elevazione e al tempismo nello smarcamento tramite tagli e passanti può essere molto pericoloso sulle palle inattive. In fase di non possesso è sempre pronto a portare pressing sui portatori avversari, deciso nei tackle vince spesso i contrasti, abile inoltre nelle transizioni positive grazie a smarcamenti preventivi.  Fisicamente predisposto alla lotta ed al sacrificio, molto generoso, non si arrende mai fino all’ultimo istante del match. Numero 9 fisico e mobile è il prototipo del centravanti moderno: possiede un grande potenziale ed in futuro siamo certi che si toglierà parecchie soddisfazioni; per ora cinque gol all’attivo, prima di questo brutto infortunio che lo terrà a lungo fermo. Approfittiamo dell’articolo per augurare a Toffolini una pronta guarigione sperando di vederlo presto sui campi a fare quello che meglio gli riesce, gonfiare la rete avversaria.

Mirco Vecchi

Leggi altre notizie:ALICESE
Luca Toffolini
Luca Toffolini