Lo Stresa si aggiudica il "Renzo Allesina"

La squadra festeggia il trofeo
La squadra festeggia il trofeo

C'è voluta la monetina alla fine per decidere chi fosse degno di aggiudicarsi il 9° Trofeo "Renzo Allesina" ma alla fine a spuntarla è stato lo Stresa. Mai, nell'ormai quasi decennale storia della competizione, si era arrivati ad un epilogo del genere dopo una quasi totale parità riscontrata sul terreno di gioco, con tre pareggi solo uno dei quali con gol e tre esiti ai rigori: Stresa e Caronnese erano pressoché pari in tutto, con il Gozzano tagliato fuori dalla mancanza di gol segnati a proprio favore, ma il sorteggio ha deciso che a succedere nell'albo d'oro a Gozzano (5 volte vincitore), Oleggio, Legnano e Pro Vercelli (una volta a testa) avrebbero dovuto essere i borromaici di Galeazzi, a onor del vero vincitori del confronto diretto con i varesini seppur ai rigori.

E' stato poi un successo a tutto tondo perché sempre tramite la monetina è stato assegnato anche il titolo di capocannoniere della competizione all'attaccante stresiano (ed ex gozzanese) Riccardo Armato, autore di due gol nella prima sfida come peraltro il pari ruolo della Caronnese Martino Cominetti.

Caronnese-Stresa 2-2 La prima è stata senz'ombra di dubbio la gara più scoppiettante dell'intera serata, con le squadre di Mazzoleni e Galeazzi che si sono affrontate a viso aperte collezionando gol ed errori quasi in egual misura. Ci hanno messo poco i lacuali a passare in vantaggio, all'11' la punizione dal limite di Armato, leggermente deviata dalla barriera, ha messo fuori causa Beretta che ha potuto solamente guardare il pallone infilarsi in rete. La prima parte di match è stata quasi tutta appannaggio degli stresiani che, tolta la conclusione dalla media distanza di Piccioni sul quale Barantani è stato lesto ad accartocciarsi (15'), hanno sofferto poco la pressione avversaria arrivando più volte vicino al raddoppio: al 16' proprio Armato all'ultimo momento è stato fermato in corner da Mandrocchia e, sugli sviluppi del calcio d'angolo, è stato Scienza a sfiorare l'incrocio con il tiro a giro; al 18' il cross al bacio di Brugnera raggiunge lo stesso Armato liberissimo in area ma l'attaccante non riesce a girare in porta di testa. Così come lo Stresa era passato in vantaggio, al 20' la Caronnese pareggia sfruttando una punizione dal limite che Cominetti spedisce all'incrocio; e, come se non bastasse, dopo altri tre minuti Bratto e Barantani combinano la frittata (palla arretrata del difensore che il portiere non calcia subito ma prova a giocare) con Cominetti che soffia palla all'estremo difensore e ribalta la situazione segnando a porta sguarnita. Lo Stresa tuttavia reagisce e al 34', sfruttando un generoso calcio di rigore per un contatto veniale tra Pavan e Brugnera, raggiunge il 2-2 con Armato. Epilogo dal dischetto da dove i lacuali sono infallibili mentre Cominetti e Barbera sbagliano per la Caronnese consegnando i primi due punti alla squadra di Galeazzi.

CARONNESE-STRESA 2-2

Reti: 11' Armato (S), 20' Cominetti (C), 23' Cominetti (C), 34' Armato rig. (S).

Caronnese (4-3-3): Beretta (31' Minerva); Braccioli, Mandracchia, Pavan, Confalonieri (31' Costa); Piccioni, Barbera, Roveda; Caccia, Cominetti, Diaferio. All. Mazzoleni.

Stresa (5-3-2): Barantani; Eliseo, Diaw, Bratto, Agnesina, Gallo; Scienza, Frascoia, Vanzan; Armato, Brugnera. All. Galeazzi.

Sequenza rigori: Cominetti (C) parato, Brugnera (S) gol, Diaferio gol, Armato gol, Caccia gol, Agnesina gol, Barbera parato, Scienza gol.

Gozzano-Caronnese 0-0 Non si accende praticamente mai la seconda gara del torneo, quella che oppone ai padroni di casa i varesini. Uno 0-0 scialbo, con poche occasioni da rete e ancor meno tiri in porta. Sembra tutto fatto al 12', quando la sgroppata di Evan's sull'out mancino produce una rasoiata che Rolando Eugio impatta alla perfezione timbra il palo interno alla destra di un battuto Minerva, ma la palla ritorna in campo e l'azione sfuma. Il Gozzano non punge e si deve difendere da una Caronnese che almeno ci prova: al 25' Gigli salva tutto intervenendo all'ultimo secondo su Pittarello, al 32' è altissima la conclusione di Villanova. Fine delle trasmissioni e rigori: si va ad oltranza perché nessuno sbaglia e al primo rigore aggiuntivo è Bini a decidere in negativo calciando a lato.

GOZZANO-CARONNESE 0-0

Gozzano (3-5-2): Casadei; Bini, Emiliano, Gigli; Petris, Messias, Palazzolo, Graziano, Evan's; Rolando Eugio, Rolfini. All. Soda.

Caronnese (4-3-3): Minerva (17' Barlocco), Mandracchia (29' Braccioli), De Angeli, Costa, Pavan; Piraccini, Di Munno, Baldo; Corno, Pittarello, Villanova. All. Mazzoleni.

Sequenza rigori: Corno (C) gol, Evan's (G) gol, Pittarello gol, Gigli gol, Piraccini gol, Emiliano gol, Villanova gol, Rolfini gol, Di Munno gol, Rolando Eugio gol, De Angeli gol, Bini fuori.

Gozzano-Stresa 0-0 È un Gozzano più convincente quello che, con pochi cambi, tiene sotto scacco uno Stresa che, senza sfigurare e con un'attenta gestione difensiva, strappa un pareggio senza reti ai rossoblu. Soda in difesa prova il neo arrivato francese Corinus inserendo Grossi nel ruolo di playmaker davanti alla difesa. I padroni di casa, com'era lecito aspettarsi, prendono subito l'onere delle operazioni e all'11' la rifinitura di Rolfini per l'ex Caronnese Rolando Eugio porta quest'ultimo a sparare alle stelle. La punizione di Agnesina (15') che, complice una deviazione, per poco non beffa Gilli infilandosi in rete resterà l'unica vera occasione dello Stresa che bada a non prendere gol: al 16' è Romeo che impatta senza trovare la porta, al 23' la conclusione di Petris sul primo palo non sorprende Boari che trova un valido aiuto in Bratto che al 29' salva i suoi sul colpo di testa sottomisura di Rolfini. Tambureggiante il Gozzano al 40' senza però trovare il varco giusto: Boari è pressoché miracolo nell'uscire a valanga su Petris all'altezza del dischetto concedendo solo angolo su una palla che danza a pochi centimetri dal palo alla sua sinistra; sul corner Rizzo stacca ma non è fortunato. Lo Stresa punta tutto sui rigori dove però sono troppi gli errori lacuali con Bernabino, Latta e Scibetta a farsi ipnotizzare da Gilli.

GOZZANO-STRESA 0-0

Gozzano (3-5-2): Gilli; Corinus, Emiliano, Gigli (34' Rizzo); Tumminelli, Palazzolo (38' Salvestroni), Grossi, Romeo, Evan's (18' Petris); Rolando Eugio, Rolfini. All. Soda.

Stresa (5-3-2): Boari; Tuveri, Diaw, Bratto (36' Feccia), Agnesina (26' Dervishi), Telesca; Frascoia (28' Berti), Scienza (37' Scibetta), Gilio; Latta, Bernabino. All. Galeazzi.

Sequenza rigori: Dervishi (S) gol, Grossi (G) gol, Bernabino parato, Petris gol, Latta parato, Salvestroni parato, Berti gol, Rolfini traversa, Scibetta parato, Rolando Eugio gol.

Carmine Calabrese

Leggi altre notizie:STRESA GOZZANO CARONNESE