Calciomercato LIVE

Mirinioui, tappa a Stresa per provare a spiccare il volo

Mirinioui, il primo da sx, con lo Stresa
Mirinioui, il primo da sx, con lo Stresa

Da alcune stagioni Badereddine Mirinioui è tra i giovani più promettenti e sicuramente tra i più seguiti dell'intera Eccellenza piemontese. Titolare da oltre 30 presenze a stagioni da due anni con la casacca del Borgovercelli pur essendo solamente un '99, il giocatore si è messo in luce come un concreto esterno basso di fascia destra, capace però di disimpegnarsi senza patemi anche quando viene schierato come unico riferimento sulla fascia.

Su di lui quest'anno ha puntato forte lo Stresa che ha deciso di offrire al non ancora ventenne difensore la possibilità di misurarsi con la Serie D. Un notevole cambio di passo per la carriera di Mirinioui, fortemente voluto in riva al lago Maggiore dal Ds Biscuola e dal tecnico Galeazzi. Un suo ritratto ce lo traccia Matteo Mongelli, procuratore del giocatore che ha agevolato il suo passaggio a Stresa: "Seguiamo il ragazzo già da due anni - ci dice Mongelli - e già nella scorsa stagione avevamo trovato l'accordo con il Gozzano sia in estate che in inverno per il passaggio del giocatore in Serie D ma il Borgovercelli l'anno scorso non ne ha voluto sapere; io stesso ho avuto molto da ridire con il presidente della società vercellese perché l'offerta per il ragazzo da parte dei rossoblu era importante. Anche il direttore Biscuola l'ha cercato nella scorsa stagione, quando lo Stresa era ancora in Eccellenza, per cui non ci ha sorpreso l'interesse manifestato quest'anno dai borromaici, con la squadra salita in Serie D; quest'anno il nuovo direttore sportivo del Borgovercelli Moretto ha dato il via libera per il trasferimento del giocatore in prestito con diritto di riscatto a favore dello Stresa e si è potuto chiudere questa trattativa che permetterà a Mirinioui di crescere ancora".

Che lo Stresa abbia fatto in prospettiva un'ottima operazione lo si capisce anche della descrizione del giocatore fornita ancora da Mongelli: "Mirinioui nasce come terzino destro ma a Borgovercelli, con Petrucci, si è specializzato da esterno a tutto campo nel 3-5-2 che giocava il tecnico vercellese. Quest'anno, nella difesa a quattro presentata da Rampon, partiva da terzino destro interpretando il ruolo in maniera molto propositiva: tra le sue caratteristiche migliori c'è infatti quella di attaccare lo spazio che si trova di fronte mentre ha ancora ampi margini di miglioramento dal punto di vista difensivo. La struttura fisica molto esile è ingannevole in quanto il giocatore ha grande cattiveria agonistica e difficilmente patisce il confronto dal punto di vista del contatto fisico. Difficile dire dove potrebbe arrivare in prospettiva: forse ad oggi, che deve ancora molto migliorare, potrebbe non valere i professionisti ma credo che maturando sia dal punto di vista fisico che da quello tattico potrebbe facilmente arrivare almeno in Serie C. A Stresa può crescere molto anche per le strutture e per il team di allenatori che la società borromaica può mettere a disposizione, un plus che a Borgovercelli non ci sarebbe stato. In più sia il direttore sportivo Biscuola, che ringrazio, che mister Galeazzi hanno dimostrato di credere molto nel ragazzo volendolo fortemente in rosa, e questo è stato decisivo per noi per scegliere Stresa: è importante che il ragazzo giochi in una squadra che crede in lui".

Carmine Calabrese