Calciomercato LIVE

Bianzé, difesa e contropiede, rinvia la festa del Città di Verbania

Il Bianzé esce illeso dal Pedroli
Il Bianzé esce illeso dal Pedroli

Dovrà attendere ancora almeno fino ad oggi pomeriggio il Città di Verbania per sapere se potrà festeggiare con due turni d'anticipo la tanto attesa promozione in Eccellenza. Il pareggio del "Pedroli" non basta infatti alla squadra di Talarico per staccare definitivamente l'Accademia Borgomanero che tuttavia da qui alla fine avrà l'obbligo solo di vincere, anche nello scontro diretto di domenica prossima, per continuare a sperare di poter completare una a questo punto clamorosa rimonta. Il Bianzé ha fatto la sua partita, condita da difesa indomita a chiusura di tutti gli spazi e tanto contropiede per cercare di mettere in difficoltà i biancocerchiati soprattutto sulle corsie esterne: una partita che per poco non si è trasformata in capolavoro per gli uomini di Costanzo, che solo nel finale dopo il forcing esasperato dei padroni di casa, hanno dovuto concedere il gol dell'1-1.

La gara non decolla L'attenzione maniacale posta dai vercellesi ai particolari blocca un primo tempo dove le occasioni da rete si misurano con il bilancino del timore di scoprirsi troppo. Il centrocampo del Città di Verbania gira a corrente alternata e, nonostante il pallino del gioco sia spesso nelle mani dei padroni di casa, la squadra di Talarico fatica a costruire vere azioni da gol impantandosi in una ragnatela di tocchi e passaggi asfittici e poco ficcanti, generando un possesso palla per lo più sterile. Il Bianzé lascia fare, infoltisce il centrocampo lasciando il solo Porcelli a fungere da riferimento offensivo avanzato e cerca di pungere sugli esterni dove i ragazzini terribili (Petrillo, classe '98, e soprattutto Veliu, classe '99) riescono spesso a trovare i varchi per rendersi pericolosi. Il primo sussulto è proprio di marca vercellese, al 6' Veliu si infila sulla fascia sinistra approfittando dell'assenza di Dosso, entra in area resistendo alla pressione portata da Gualandi e sfiora l'incrocio dei pali più lontano con un tiro a giro ben indirizzato che esce di un niente. L'attacco del Città di Verbania è ben imbrigliato dall'attenta difesa ospite, Pereira appare il più ispirato del pacchetto offensivo ma i continui raddoppi sulle sue accelerazioni spengono sul nascere le velleità del giovane biancocerchiato; per trovare la prima occasione del Città di Verbania dobbiamo arrivare al 21' quando l'uscita approssimativa di Zollo, unico errore di una gara quasi perfetta, consegna il pallone tra i piedi di Barone che non ci pensa due volte e calcia verso la porta apparentemente libera trovando una deviazione che spedisce il pallone sul fondo.

Assalto a Fort Apache C'è bisogno d'altro nella ripresa per vedere una gara diversa, il Città di Verbania lo capisce quasi subito e dopo pochissimi secondi Tonsi spara dalla media distanza un pallone che non esce di molto oltre la traversa di Zollo. Al 3' poi Asero raccoglie spalle alla porta il tocco di Pereira, si gira in maniera fulminea ma viene murato in angolo dalla difesa vercellese. Il cambio di marcia messo in atto dai verbanesi viene però vanificato dal vantaggio colto, quasi a sorpresa, dal Bianzè all'11: Veliu parte sul filo del fuorigioco, fulmina la difesa avversaria e a tu per tu con Carli non sbaglia, realizzando in quella che rimarrà l'unica sortita offensiva del Bianzé nella ripresa. Il Città di Verbania, colpito a tradimento, ci mette qualche minuto di troppo a rialzare la testa: Talarico getta subito nella mischia Calloni ma sarà la solita bomba dalla distanza di Tonsi che sfiora il palo alla sinistra di Zollo (20') a suonare la carica. Il protagonista diventa il portiere ospite che da qui in poi sarà chiamato ad opporsi ad un vero e proprio assedio: al 23' il portiere è bravo a distendersi sul cross rasoterra di Calloni ma nel giro di pochi secondi dovrà ancora opporsi con un balzo felino alla girata di testa dello stesso Calloni mentre, sul corner successivo, potrà solo guardare la girata di prima di Bini sfilare sul fondo di un niente. Al 28' ancora Bini sull'ennesima calcio d'angolo non troverà la porta in sospensione mentre al 34' il portiere del Bianzé sarà chiamato ad opporsi con la manona al tentativo da fuori di Asero, concedendo solo calcio d'angolo.

Pareggio meritato La veemenza dei padroni di casa non si affievolisce neanche un minuto dopo quando Asero, dopo un contatto con Ciraulo, colpisce l'avversario con una manata dopo essere stato a sua volta colpito: il direttore di gara vede solamente il tocco del verbanese e gli esibisce il cartellino rosso che lascia il Verbania in dieci uomini. Non sembra essere però cambiato niente, la pressione è tutta di marca biancocerchiata e al 39' Calloni, direttamente su calcio di punizione, trova la deviazione di Colangelo che manda la palla a sbattere contro la traversa a Zollo battuto. Il portiere ospite si supera al 41' chiudendo prima la porta in faccia alla battuta di Progni e poi, sul corner susseguente, salvando la propria porta sul tocco debole di Soncin che aveva spinto in porta un pallone che ballava in area tra un nugolo di gambe. Al 43' il portiere del Bianzé capitola senza colpe sulla cannonata dai 25 metri di Gualandi che il portiere tocca ma non può impedire che si infili nel sette dando al Città di Verbania il sospirato pareggio che però non cambia le sorti del suo campionato. I padroni di casa le provano tutte anche nel recupero per provare a vincere la gara, mettono a ferro e fuoco la difesa vercellese ma non vanno più in là di una punizione di Calloni su cui ancora Zollo risponde presente (49') rimandando ogni discorso di promozione al testa a testa del "Comunale" di Borgomanero.

CITTA' DI VERBANIA-BIANZE' 1-1

Reti: 11'st Veliu (B), 43'st Gualandi (C).

Città di Verbania (4-2-3-1): Carli; Dosso, Gualandi, Soncin, Facchinetti; Pecci (23'st Progni), Tonsi; Pereira (12'st Calloni), Barone (7'st Ait Hammo), Asero; Bini. A disposizione: Cavadini, Bouchbika, Alliata. All. Talarico.

Bianzè (4-5-1): Zollo; Colangelo, Balocco, Valrosso, Parrinello; Petrillo (47'st Coppo), Pasini, Ciraulo, Cistaro (17'st Tonello), Veliu (30'st Sibino); Porcelli. A disposizione: Bagnis, Bilotta, Rega. All. Costanzo.

Arbitro: La Luna di Collegno.

Note: Espulso al 35'st Asero (C) per comportamento non regolamentare. Ammoniti Pereira per il Città di Verbania, Pasini per il Bianzé.

Carmine Calabrese