Calciomercato LIVE

La marcia del Villa prosegue senza ritardi

Rota, playmaker degli ossolani
Rota, playmaker degli ossolani

Il più classico dei testa-coda va in scena al “Comunale” di Barengo dove i padroni di casa, fanalino di coda del girone del Vco di Terza categoria, affrontano la capolista Virtus Villadossola, alla ricerca del ritorno alla vittoria per continuare ad inseguire l'obiettivo del salto in Seconda categoria. Per l’allenatore del Barengo Rognone sono parecchi i problemi di formazioni, con tanti giocatori non al meglio della condizione da aggiungere ai lungodegenti Giacometti e Protopapa; gli ossolani di Massoni, reduci dal pareggio di Vogogna con l'Amatori Castelletto nel recupero infrasettimanale, possono invece schierare una formazione molto prossima all'undici titolare potendo nuovamente contare sulla pericolosità offensiva di bomber Primatesta, vero ed autentico punto di riferimento dei biancoblù in cerca del passaggio di categoria senza passare dai playoff.

Equilibrio in campo Quello che più colpisce nella prima fase del match è l’atteggiamento tutt'altro che rinunciatario dei giocatori novaresi che, nonostante gli ultimi risultati negativi e i tanti punti di differenza dal Virtus Villa, cercano di aggredire l’avversario senza nessun timore reverenziale; il 3-4-3 schierato da Rognone con Sanbasile “falso nueve” fa capire che i padroni di casa vogliono giocarsi la partita a viso aperto. Si parte subito forte: al 3' una sponda aerea di Primatesta serve Balzani sul fronte sinistro dell'attacco ossolano ma da posizione agevole il numero 11 mette a lato. Non ci sta il Barengo che al minuto 8 risponde: lancio di Zoia dalle retrovie su calcio da fermo, nel tentativo di intervenire goffamente è Bellotti a rischiare l'autorete. Il Barengo cerca di pressare alto la squadra ossolana e la mossa di Rognone sembra avere i suoi frutti, infatti il solo Rota riesce a far rendere il gioco degli ospiti facendosi trovare spesso in posizione di playmaker basso davanti alla difesa. Passano i minuti e la squadra ospite si innervosisce perché il gioco è spesso fermo per falli di gioco o per l’ottimo posizionamento del reparto difensivo di casa comandato da Zoia, vero e proprio baluardo della difesa a tre e ben coperto da Pregnolato e Simone Tacca che svolgono parecchio lavoro sporco in mediana. Al 41', dopo un batti e ribatti in area, la palla arriva a Primatesta che con grande maestria si gira e scarica un missile che però si infrange sulla traversa della porta difesa da Porzio.

Incisività ossolana I virtussini rompono gli indugi nella ripresa, tanto che la gara si sblocca dopo soli 5' e a passare in vantaggio sono proprio gli ossolani: rapido uno-due ospite sulla trequarti novarese che favorisce Balzani, che disegna un pallone a girare che si infila nell’angolino basso alla sinistra di Porzio. Sbloccata la gara, gli ossolani giocano sul velluto e al 9' dai 25 metri è Primatesta a calciare una bomba su punizione diretta nell’angolo destro della porta di Porzio che costringe il portiere novarese agli straordinari. Le energie del Barengo sembrano agli sgoccioli e in cattedra sale Rota che con pochi tocchi riesce a far girare a meraviglia la manovra di una squadra che ha tutte le carte in regola per puntare diritto alla promozione. Rognone prova a ridisegnare la squadra con elementi più freschi ma al minuto 38 il Virtus Villa trova il raddoppio: Cugliandro ha tutto il tempo di prendere la mira indisturbato dalla distanza da dove fa esplodere un sinistro che si infila sotto la traversa rendendo vano il tentativo di opporsi di Porzio. Il passivo si fa ancora più pesante al 43' quando Primatesta riceve un lancio calibrato alla perfezione di Rota, addomestica la palla con uno stop elegante e di destro mette a segno il suo nono gol con la maglia della Virtus. L’unica macchia di un secondo tempo molto positivo per i ragazzi di Massoni è l’espulsione per doppia ammonizione nei minuti di recupero di Bellotti, ennesimo rosso collezionato dalla capolista.

BARENGO-VIRTUS VILLADOSSOLA 0-3

Reti: 5'st Balzani, 38'st Cugliandro, 41'st Primatesta.

Barengo (3-4-3): Porzio, Rogatti, Cominoli (17'st Romani), Zoia, M. Tacca (43'st Esposito), S. Tacca (35'st Manna), Macovei,  Sanbasile, Rimi, Negri (17'st Maruzzo), Pregnolato (32'st Pinna). A disposizione: Siracusa. All. Rognone.

Virtus Villadossola (4-3-3): Imperiale, De Pani, Rovereti, R. Bellotti, Bovetta (20'st Valci), De Regibus, Cugliandro (44'st Olmi), Tomola, Primatesta, Rota, Balzani (35'st Pirone). A disposizione: D. Bellotti, Sesto, Avicola, Baccaglio. All. Massoni.

Arbitro: Morra di Novara.

Note: Espulso al 50'st R. Bellotti (V) per doppia ammonizione. Ammoniti S. Tacca e Negri per il Barengo. Presenti circa 50 persone. Campo in buone condizioni.

Gianni Foralosso