Sei giornate ad Allioli, il Feriolo si ribella

Allioli nella sfortunata gara di Momo
Allioli nella sfortunata gara di Momo

Una pena non commisurata a quanto successo in campo. Sono queste le sei giornate di squalifica di Fabrizio Allioli per tutto l'ambiente del Feriolo, che si vedrà privato del proprio portiere titolare per i due terzi delle partite che mancano da qui alla fine della stagione, con ovvie ripercussioni su una corsa che vede i gialloblù di Bolzoni ancora protagonisti nel contendere al Vogogna il passaggio in Promozione. 

Il fatto La partita con il Momo è stata di fatto una beffa per il Feriolo, sentitosi in contrasto con la direzione del fischietto di Ivrea Curreli che, nelle dichiarazioni post gara dei gialloblù avrebbe di fatto arbitrato a senso unico. Due rigori per il Momo, l'espulsione di Allioli, un gol annullato ad Audi gli episodi più clamorosi del 2-1 finale a favore dei novaresi, ma quanto poi successo al momento della lettura del comunicato ha riaperto una ferita che sembrava chiusa domenica sera. Il primo giallo il portiere del Feriolo se l'è visto sventolare sotto al naso al momento del primo calcio di rigore, un provvedimento senza discussioni con il portiere andato direttamente sull'uomo (l'attaccante Grieco nell'occasione) impedendogli di battere a rete a tu per tu con l'estremo difensore dall'interno dell'area di rigore; le contestazioni si concentrano sul secondo penalty, che ha generato anche il secondo giallo che ha mandato anzitempo Allioli sotto la doccia, un rigore generoso concesso per un presunto contatto tra Rinaldi e il portiere che sembra non esserci stato. Da qui le proteste, vibranti, del portiere che avrà sicuramente usato parole non tenere nei confronti del direttore di gara che lasciavano supporre una squalifica che potesse anche essere più ampia della canonica giornata. Il comunicato di giovedì però è andato oltre, squalificando il giocatore per sei turni così recitando:

"Per il comportamento violento nei confronti del direttore di gara, a seguito della notifica del provvedimento di espulsione consistente nell'averlo affrontato testa a testa spingendolo, urlandogli contro e afferrandolo al braccio con forza".

Una ricostruzione di ciò che è avvenuto che per il Feriolo è evidentemente lontana dalla verità, come conferma il Direttore sportivo feriolino Willy Tamborini"Ieri sera ci siamo trovati in società per decidere che strada percorrere perché la squalifica ci sembra veramente sproporzionata. Sicuramente faremo ricorso, ci siamo già mossi per capire come fare parlando anche con la Federazione, chiedendo anche di essere ascoltati a Torino quanto meno per capire; il giocatore è stato espulso sull'episodio di un rigore che può anche essere sbagliato, avrà anche inveito con l'arbitro rivolgendosi con qualche termine in proprio, non vogliamo mettere in dubbio che il giocatore non abbia sbagliato. Però la pena è troppo superiore a quello che effettivamente è successo, ci sono anche altri episodi simili che in passato sono stati valutati diversamente; dal campo nessuno si è accorto di nulla e il giocatore stesso dice di non aver nemmeno toccato l'arbitro. Ci può stare che nella trance agonistica magari un tocco ci possa essere stato ma sicuramente non ci sono stati gesti violenti".

Tamborini guarda anche oltre, al peso che può avere questo provvedimento sul campionato: "Ritengo che già due o tre giornate sarebbe state troppe per quanto accaduto in campo ma, se proprio si vuole punire un giocatore che in carriera non è mai stato espulso per un eventuale tocco fortuito o per una mano sul braccio o quanto altro, si sarebbe potuti arrivare ad un provvedimento del genere. Ma sei domeniche lontano dal campo è una cosa fuori dalla logica, bisogna anche tenere conto della regolarità dei campionati perché in questo modo noi Allioli non lo avremo più se non nelle ultime tre giornate e per gli eventuali playoff: non vogliamo trattamenti di favore, vogliamo solo che venga riconosciuto il giusto perché condotta violenta non c'è stata. Ci vorrà del tempo ma vogliamo portare avanti questa cosa, per cercare di ridurre la squalifica di Allioli: in quest'ottica il rinvio dei campionati ci aiuta dandoci una settimana in più, speriamo di essere ricevuti quanto prima".

Carmine Calabrese