Eccellenza gir. A, chi strapperà il biglietto per la salvezza diretta?

L'Arona cerca lo sprint salvezza
L'Arona cerca lo sprint salvezza

Si infiamma la corsa alla salvezza del girone A di Eccellenza che, dopo la 25^ giornata disputata domenica scorsa, sembra ormai circoscritta a solamente sette squadre che si giocheranno un solo posto utile per la salvezza diretta. Dai 27 punti dell'Arona fino ai 19 dei fanalini di coda Pavarolo e Piedimulera nessuna squadra può ancora dirsi certa di quale sarà il suo destino in questo campionato molto combattuto soprattutto nelle posizioni di coda; improbabile che qualche altra squadra possa essere risucchiata nel gorgo, a meno di crolli difficilmente preventivabili al momento: i 33 punti del Borgovercelli e i 34 del Verbania, le avversarie più prossime al gruppetto che chiude la graduatoria, dovrebbero garantire alle due formazioni una tranquilla salvezza.

Restano da disputare nove partite (tranne Pavarolo e Juventus Domo che dovranno recuperare la gara di domenica rinviata per neve), mille minuti che decideranno quale sarà la formazione che il 29 aprile potrà festeggiare la salvezza diretta: il momento sorride al Piedimulera che, con il punto conquistato nello 0-0 interno con la Pro Settimo, ha ultimato la propria rincorsa al resto del gruppo risultando la squadra più performante nelle ultime cinque giornate con ben sette punti conquistati, la migliore tra le "sette sorelle". Il resto della classifica parziale recita San Maurizio 5, Juve Domo 4, Pro Settimo 2, Arona, Lucento e Pavarolo 1. Da questi dati si intuisce che la classifica, nella sua coda, anziché allungarsi si sta compattando generando ancora più incertezza.

Le nove giornate che mancano a conclusione del calendario stagionale sono ricche di scontri diretti, ben 11 totali, che avranno grande importanza nell'esito finale: la situazione migliore sembra essere quella della Juventus Domo, che ne giocherà ben tre sul prato amico del "Felino Poscio" di Villadossola a fronte dell'unico (il recupero con il Pavarolo) fuori casa; due impegni fuori e due in casa per le torinesi Lucento e Pavarolo mentre avranno un solo scontro diretto in casa Arona e Pro Settimo, a fronte dei due da giocare lontani dal proprio impianto. Due scontri diretti soltanto per San Maurizio e Piedimulera (una in casa, l'altro fuori per entrambe), anche se ai torinesi toccherà ancora giocare sia con Le Grange Trino che con lo Stresa, le due squadre che comandano la classifica e che si stanno giocando le residue speranze di approdare in Serie D.

Secondo il calendario solamente Lucento, Pavarolo e Piedimulera dovranno giocare fuori casa cinque delle nove partita rimaste (dieci nel caso del Pavarolo) ma il compito più complicato potrebbero avercelo il San Maurizio Canavese, che deve giocare praticamente con tutte le prime cinque della classifica (nell'ordine Stresa, La Biellese, Lg Trino, Ro.Ce. e Baveno); in bilico la posizione dell'Arona, che accoglierà al "Comunale" di Mercurago Le Grange Trino e Baveno ma che potrà usufruire di un doppio turno casalingo (con le valdostane PDHA e Aygreville) nelle prossime due giornate che, in caso di esito positivo, potrebbe allontanare la squadra di Luca Porcu dalla zona pericolosa. 

L'arbitro della contesa potrebbe essere il PontDonnaz HoneArnad, che dovrà affrontare ancora cinque delle sette squadre in corsa e che lo farà nel giro delle prossime sei giornate con la concreta possibilità di cercare di rientrare nella corsa playoff: solamente Pro Settimo e Juventus Domo hanno già affrontato nel girone di ritorno la squadra di Brando, rimediando entrambe zero punti.

Carmine Calabrese