Bini non tradisce, il Città di Verbania va in Eccellenza

L'episodio del rigore
L'episodio del rigore

Il Città di Verbania pareggiando il big match del penultimo turno del girone A di Promozione contro l’Accademia Borgomanero si aggiudica matematicamente il campionato e passa in Eccellenza, un successo meritato e giunto al termine di un girone di ritorno in cui la formazione di Talarico è sempre stata al comando della classifica.

In casa borgomanerese i rimpianti non mancano, i punti lasciati per strada sono costati cari e anche ieri come all’andata la partita poteva andare dalla parte dei ragazzi di Bonan, l’uno a uno assomiglia a una sconfitta e adesso bisognerà resettare tutto e pensare alla finale di coppa e soprattutto ai play-off.

L’Accademia ha disputato una delle migliori partite stagionali per oltre un’ora, dopo il vantaggio con l’eurogol di Poi in almeno tre circostanze poteva arrivare il 2 a 0 che avrebbe probabilmente chiuso il match, il rigore di Bini molto discusso ha pareggiato i conti ma l’Accademia nonostante l’inferiorità numerica ha avuto ancora la forza di sfiorare il 2 a 1 soprattutto con Poi che al 96’ ha centrato una clamorosa traversa.

Un golasso spacca in due la partita Il caldo e la tensione sembrano condizionare la partita nei primi minuti con le due formazioni che faticano ad applicare nel migliore dei modi gli schemi dei due mister, l’Accademia ha spesso spazio a destra ma Secci si accentra e Di Iorio e Fontaneto non riescono a sfruttare il campo a disposizione, gli ospiti non convincono con Pereira dietro le due punte, il match si apre tra il 13’ e il 14’, prima Bini impegna Piras con una bella girata, risponde subito Poi con un destro a giro su cui è attento Carli, al 17’ ci prova ancora il capocannoniere della capolista con una punizione che termina alto.

Nella seconda parte di primo tempo non succede niente fino al 40’ quando Poi si libera di un paio di avversari e lascia partire un “tracciante” che termina la sua corsa sotto la traversa, Carli non può nulla e gli applausi per un gesto tecnico del genere sono d’obbligo, l’Accademia termina in vantaggio i primi 45 minuti di gioco grazie ad una giocata di un singolo come spesso gli accade.

Il bomber non tradisce, può partire la festa verbanese Passano poco più di 100 secondi e l’Accademia ha la chance per raddoppiare con Poletti che servito da Poi non trova la porta con un colpo di testa non impossibile, il numero 7 agognino è scatenato e al 15’ sfiora addirittura il 2 a 0 da calcio d’angolo con la palla che scende all’improvviso e per poco non beffa Carli, al 18’ è ancora Poletti ad avere l’opportunità giusta ma la spreca clamorosamente tenendo in partita il Città di Verbania.

Talarico capisce che bisogna cambiare qualcosa, inserisce Dosso e cambia radicalmente posizione a Gualandi mettendolo nel tridente d’attacco, la mossa sortisce gli effetti sperati, Dias colpisce dalla distanza la traversa con un gran destro al 21’, al 28’ l’episodio che decide partita e campionato: Piras è bravo a respingere una conclusione di Bini, sulla sfera si avventano Gualandi e Caramanna con quest’ultimo che commette fallo per il signor Dorillo, le proteste dei padroni di casa non servono a niente e Bini è glaciale dal dischetto a riportare la parità.

Al 33’ Caramanna commette un ingenuo fallo a metà campo e va anticipatamente sotto la doccia per il secondo giallo della partita, l’Accademia dovrebbe crollare ed invece reagisce di nervi con il Città di Verbania che indietreggia pericolosamente il proprio baricentro, al 38’ Valsesia impegna Carli su punizione. Si gioca poco nei sei minuti di recupero ma la difesa ospite messa a cinque per gli ultimi minuti di gioco viene sorpresa da un lancio in profondità che serve alla perfezione Poi il cui tocco delizioso centra in pieno la traversa per la disperazione dei ragazzi di Bonan, la festa del Città di Verbania può invece cominciare.

ACCADEMIA BORGOMANERO-CITTA’ DI VERBANIA 1-1

Reti: 40’ Poi(A), 30’st Bini (V) su rig.

Accademia Borgomanero (4-3-3): Piras; Fontaneto, Terzi, Caramanna, Ticozzelli; Di Iorio, De Bei (35’st Francioli), Silva Fernandes; Secci, Poi, Poletti (26’st Valsesia). A disposizione: Savoini, Giovagnoli, Antonioli A., Donia. All. Bonan

Città di Verbania (4-3-1-2): Carli; Ottina (3’st Facchinetti), Gualandi, Soncin, Pici; Diaz, Pecci (41’st Ait), Tonsi; Pereira (46’st Barone); Bini (35’st Calloni), Progni (16’st Dosso). A disposizione: Cavadini, Alliata. All. Talarico

Arbitro: Dorillo di Torino.

Note: Corner 5-1. Ammoniti Caramanna e Silva Fernandes per l’Accademia Borgomanero, Progni, Bini e Calloni per il Città di Verbania. Espulso Caramanna (A) al 33’st per somma di ammonizioni. Spettatori 300ca con buona rappresentanza ospite.

Marco Dho