La frustrazione di Brando: "Perso senza rischiare mai nulla"

Lucio Brando
Lucio Brando

C'è incredulità sul viso di Lucio Brando alla fine della partita dominata sul campo di Stresa dal suo PontDonnaz HoneArnad ma alla fine persa; una gara che i valdostani hanno tenuto in pugno in lungo e in largo con la colpa però di non riuscire a smuovere lo 0-0 che è stata fatale nei minuti conclusivi quando il rigore di Beretta ha fatto propendere la bilancia dal lato borromaico. "Abbiamo giocato una buonissima gara ma purtroppo non è bastato. Questa con lo Stresa è stata una di quelle classiche partite che nascono male e finiscono peggio, il "Forlano" è sempre stato un campo che in passato non mi ha mai portato bene. Ormai è andata così ma è stata una gara in cui abbiamo fatto bene nonostante le tante difficoltà di questo periodo; abbiamo avuto grosse occasioni per andare in vantaggio e quel che spiace di più è che non abbiamo praticamente mai rischiato nulla, non ricorda una parata di Bastianelli. Usciamo sconfitti ma ripartiremo da questa prestazione pensando già a domenica prossima".

Il rammarico di Brando non impedisce al tecnico di guardare in maniera obiettiva il momento del PDHA che, nonostante le molte assenze patite nelle ultime domeniche, arrivava da una striscia di cinque vittorie consecutive prima delle sconfitta patita a Stresa. "E' un momento in cui la squadra, nonostante le tante difficoltà che si è trovata ad affrontare, ha trovato anche uno spirito importante per affrontare questo campionato nel migliore dei modi e i molteplici risultati positivi consecutivi non sono sicuramente un caso. Stiamo facendo un buonissimo lavoro in generale e da Stresa ci portiamo a casa la prestazione, anche se in classifica i punti rimangono sempre zero. Domenica avremo la Pro Settimo e numericamente saremo ancora in difficoltà perché purtroppo in settimana non riusciremo a recuperare nessuno anzi, dovremo sperare che qualche situazione un po' border-line non si sia aggravata, da questo punto di vista non ci sta girando tanto bene nonostante le ultime prestazioni farebbero pensare il contrario".

Carmine Calabrese