Colombo: "Pagati episodi e la poca lucidità sotto porta"

Diego Colombo
Diego Colombo

Il Bulé Bellinzago ha giocato al "Boroli" di fronte alla Vallestrona ma è mancata in maniera sistematica dal punto di vista realizzativo, non riuscendo a tradurre in moneta sonante il grande lavoro prodotto fino alla trequarti. Ne è consapevole Diego Colombo, tecnico dei novaresi, che pur guarda al gioco orchestrato dai suoi con un pizzico di ottimismo: "Purtroppo capita un po' troppo spesso di produrre tanto e non fare gol, anche se la mia idea è sempre quella di cercare prima di creare perché solo provando a giocare bene si può poi cercare di fare qualcosa di costruttivo. E' ovvio che so poi alla fine ti manca quel qualcosa in più per metterla dentro raccogli poco; con il Vallestrona è mancata proprio la cattiveria sotto porta, credo che l'impegno ci sia stato da parte di tutti i miei ragazzi anche se ci siamo svegliati un po' tardi. Guardiamo in prospettiva, giocando bene di partite non ne perderemo poi molte".

Due tempi molto diversi, quelli fatti vedere dalla compagine ospite: una prima frazione dove lo sterile possesso palla ha faticato a tramutarsi in occasioni da rete degne di questo nome si contrappone ad una ripresa vissuta tutto d'un fiato cercando l'assalto alla porta avversaria che non ha prodotto frutti. "In questa partita, come è capitato spesso dall'inizio dell'anno, abbiamo pagato più gli episodi che altro. I nostri avversari erano una squadra di spessore ma se andiamo a contare le occasioni non si fa fatica a dire che avremmo meritato qualcosa in più; invece siamo qui a raccontare che gli altri hanno vinto e noi siamo qui a spiegare il perché".

Non ha pagato neanche il cambio, operato a metà primo tempo, di spostare il devastante Perucca sulla fascia destra nonostante in tandem con Tessitore stesse facendo il vuoto sul lato mancino. E' lo stesso tecnico a spiegare i perché di questa scelta operata in corsa: "Avevamo bisogno di gestire meglio le palle in ripartenza, nei primi dieci minuti del primo tempo l'abbiamo fatto bene ma poi ci siamo un po' allungati e siamo anche un po' calati in intensità, non riuscendo più a tenere palla su quel fronte d'attacco. Con questo spostamento ho cercato di sfruttare meglio queste ripartenze ma non ci siamo riusciti: nel primo tempo, se togliamo i dieci minuti iniziali, la squadra non mi è piaciuta perché possiamo fare nettamente di più come abbiamo fatto vedere nel secondo tempo giocando in una sola metà campo malgrado il gol non sia poi arrivato".

Carmine Calabrese