Vezzani-Feriolo, accordo per ripartire

Vezzani torna in campo a Feriolo
Vezzani torna in campo a Feriolo

Si è fatto il regalo di Natale più bello, Federico Vezzani: una squadra con la quale ricominciare nel 2018 a calcare i campi della Prima categoria. L'attaccante che nella scorsa stagione ha vinto la Seconda con la Maranese, vittoria che l'ha recuperato dopo un periodo di inattività dovuta agli infortuni che ne hanno rallentato l'ascesa e che gli è valsa il biglietto per la Promozione sulla sponda di Briga, ha scelto Feriolo per ripartire dalla Prima categoria dopo che l'esperienza con gli agognini di Rampi gli ha riservato ben poche soddisfazioni sul piano sportivo, finita quasi ancora prima di cominciare.

"La chiamata dal Feriolo è arrivata in maniera abbastanza casuale - confessa l'attaccante -. Sono sempre stato in contatto con mister Bolzoni che poco prima di Natale mi ha chiamato per chiedermi se avevo già trovato squadra per gennaio. Io mi stavo ancora allenando con la Castellettese che mi ha dato l'opportunità di continuare a lavorare anche in questi mesi in cui non ero legato a nessuno e ovviamente gli ho risposto che ero libero. Il giorno dopo, la vigilia di Natale, mi ha chiamato il Direttore sportivo del Feriolo Tamborini, ci siamo visti e non abbiamo fatto fatica a trovare un accordo che soddisfacesse entrambe le parti, chiudendo in pochissimo tempo. Ieri mi sono già allenato con i miei nuovi compagni e, tempo permettendo perché il campo di Castelletto Ticino fino alla settimana scorsa quando ero lì ad allenarmi era ancora pieno di neve, l'amichevole del 30 con la Castellettese dovrebbe essere la mia prima gara con la maglia del Feriolo".

C'è molta ambizione a Feriolo per questo girone di ritorno, con la squadra di Bolzoni che ha disputato una buona prima parte di stagione che ha portato i gialloblù a stanziarsi nelle zone nobili della classifica. "Ho sentito subito - continua Vezzani - che quest'anno a Feriolo c'è aria buona, che nei pensieri della società ci sono obiettivi importanti. Ma è ovvio che sia così, la squadra ha fatto un ottimo girone d'andata e sicuramente sia nel mister che nei ragazzi c'è la voglia forte di provare a conquistare qualcosa di importante, provando ad arrivare il più in alto possibile. Obiettivi? Credo che si proverà anche a vincere, ma che l'obiettivo minimo sia quello di ottenere un piazzamento playoff, viste anche le capacità della squadra".

La stagione di Vezzani, cominciata in estate a Briga, è partita ad handicap per un giocatore che si è sentito "sedotto e abbandonato" dalla società agognina che a fine agosto ha risolto il proprio contratto con l'attaccante: "Non saprei dire esattamente che cosa non è andato, in verità. Il 27 agosto mi è stato comunicato dalla società che sarebbe stato preso un ulteriore attaccante rispetto a quelli che già c'erano in rosa e che, a quel punto, avrei dovuto rimanere a determinate condizioni oppure trovarmi un'altra sistemazione. Io decisi di andare via perché non ho gradito quest'atteggiamento, arrivato quando ormai le squadre erano praticamente tutte fatte e anche per questo ho fatto fatica a trovare la sistemazione giusta per ripartire. Per fortuna a Castelletto sia il direttore Gallo che il presidente Gentile mi hanno dato la possibilità di allenarmi e assieme a loro devo ringraziare mister Forzatti, che non mi ha mai chiuso le porte degli allenamenti".

Carmine Calabrese