Movimenti tocensi, forze fresche per il San Pietro

Ghignone, termina l'avventura in Ossola
Ghignone, termina l'avventura in Ossola
- 35691 letture

Non ha certo iniziato la stagione come avrebbe voluto il Gravellona San Pietro, costretto a lottare fin da subito nelle retrovie per evitare una retrocessione che sarebbe un modo amaro di concludere una stagione che si pensava potesse portare ben altre soddisfazioni. In casa tocense tuttavia c'è ancora la voglia di provare ad invertire la rotta per cercare di mantenere quella categoria faticosamente conquistata al termine della scorsa stagione; anche per questo i primi due innesti affidati alla cura di Marco Moz sono due giocatori di sicura affidabilità per la categoria, uno in attacco e l'altro al centro della difesa.

Entrambi provengono da Piedimulera, dove in questa stagione hanno fatto fatica a lasciare il segno anche per i problemi che attanagliano gli ossolani, all'ultimo posto della classifica di Eccellenza a distanza siderale da una quota salvezza che vede la squadra ricoprire il ruolo di cenerentola del girone: Federico Ghignone Daniele Fagnoni vestiranno da oggi ufficialmente la maglia del Gravellona San Pietro.

Ghignone, attaccante clsse '91, ha pagato caro lo scotto del triplo salto dalla Seconda categoria (vinta nella scorsa stagione con il Premosello) all'Eccellenza non trovando quasi mai spazio nelle rotazioni di Tabozzi e Boldini, che gli hanno regalato solo scampoli di partita, troppo poco per riuscire a mettersi in mostra; giunge quindi a Gravellona Toce con la voglia, forte, di riprendere un discorso lasciato in sospeso dopo la trionfale scorsa stagione, che l'ha visto arrivare in seconda posizione nella classifica cannonieri stagionali dietro Michele Storni.

Diverso il discorso per Fagnoni che dopo l'esperienza di Dormelletto ha dovuto attendere qualche settimana per trovare squadra, accasandosi infine a Piedimulera che cercava un sostituto di Pioletti coincidente con l'arrivo in Ossola di mister Boldini. La presenza-lampo di Boldini a Piedimulera, dimessosi dopo poche settimane, ha però fulminea anche l'esperienza in gialloblù del classe '78 Fagnoni che, con il ritorno di Tabozzi, ha dovuto nuovamente cambiare aria scegliendo il Gravellona San Pietro per ripartire. Innesto di grande esperienza, andrà sicuramente a rinforzare la terza linea di Moz, che in difesa ha numeri (quasi due i gol a partita subiti) che difficilmente si concilierebbero con la salvezza della squadra tocense.

Carmine Calabrese